Presentata Roma “Basket On Board”, Italia Svezia U18 sulla portaerei Cavour

Presentata Roma “Basket On Board”, Italia Svezia U18 sulla portaerei Cavour

Basket on board

E’ stata presentata ufficialmente alla stampa, questa mattina presso la Sala Giunta del Coni a Roma, l’amichevole tra Italia e Svezia Under 18 che si disputerà il 12 luglio a bordo della portaerei Cavour ormeggiata nella Base Navale di Taranto.
La gara, i cui proventi saranno destinati, attraverso la Fondazione Francesca Rava NPH Italia Onlus, alla ricostruzione di un centro per bambini disabili nella provincia di Modena, è stata presentata da coach Dan Peterson, che sarà la voce ufficiale dell’evento che sarà trasmesso in diretta da Sportitalia2.
“La Federazione Italiana Pallacanestro ha fatto di nuovo centro – ha detto il presidente del Coni Gianni Petrucci, complimentandosi col presidente Fip Dino Meneghin e con l’Ammiraglio della Marina Militare Giuseppe De Giorgi – perché questa è una manifestazione straordinaria, intelligente ed interessante. E’ l’ennesima conferma che il nostro basket è antesignano di tante iniziative. L’essere riusciti ad organizzare un’amichevole a bordo di una portaerei della nostra Marina Militare per scopi benefici è un merito che va sottolineato con forza ed il Coni, laddove è possibile fare qualcosa per dare il proprio contributo, non è mai mancato e mai mancherà. Alla Fip dico, andate avanti! Siete sulla strada giusta”.
Dino Meneghin, presidente Fip, ha approfittato dell’occasione per fare i migliori auguri alla squadra Azzurra in partenza per le Olimpiadi ed ha poi voluto ringraziare Petrucci per l’ospitalità presso il Coni: “Siamo in questa sede prestigiosa per presentare un evento straordinario, un po’ copiato agli americani ma visto che loro sanno benissimo come organizzare eventi spettacolari del genere non credo ci sia nulla di male. Soprattutto perché tutto il ricavato andrà in beneficienza per una buona causa. Grazie alla professionalità, alla sensibilità e alla disponibilità della Marina Militare è stato possibile realizzare tutto ciò e per noi è importante portare il basket anche fuori dai palazzetti, per far conoscere sempre di più il nostro bellissimo sport. Fare del bene è la spinta che deve animarci tutti e sempre e siamo contenti che i proventi vadano alla Fondazione Rava, che si occuperà di reindirizzare i fondi verso progetti concreti in un territorio martoriato da una catastrofe. Invito tutti gli appassionati a riempire le tribune, non solo per dare vita ad una bella coreografia ma anche e soprattutto per aiutare chi ha bisogno”.
Parla di “opportunità cercata e poi colta al volo” il Comandante in Capo della Squadra Navale, Ammiraglio di Squadra Giuseppe De Giorgi: “Questa iniziativa rientra in un quadro più ampio di missioni umanitarie compiute dalla Marina e nello specifico dalla portaerei Cavour, che nel 2010 è stata impegnata nella missione ‘White Crane’ ad Haiti. Per realizzare questo evento non sono stati spesi soldi pubblici e con tutte le attività che sono state pensate speriamo di raccogliere quanti più fondi possibili per aiutare, attraverso la Fondazione Rava, le popolazione dell’Emilia così duramente colpite dal terremoto”.
Alla conferenza ha preso parte anche Maria Vittoria Rava, presidente della Fondazione intitolata alla sorella Francesca: “Un grazie speciale alla Marina Militare, alla Fip, al Coni e a tutti coloro che hanno lavorato per la buona riuscita di questo evento – ha detto emozionata – . Voglio prendere a prestito il motto della portaerei Cavour: ‘non chi comincia ma chi persevera’: è molto facile dare vita ad opere umanitarie ma meno semplice è impegnarsi costantemente e con dedizione. Dalla morte di mia sorella mi dedico anima e corpo alla fondazione che porta il suo nome e sono fermamente convinta che la solidarietà, quando è vera, è universale. Cercheremo di vendere tutti i biglietti per la partita poiché il ricavato verrà usato per ricostruire due casette da 100 metri quadrati ciascuna, all’interno del centro ‘La Lucciola’, che servono per accogliere e dare assistenza a bambini con gravi disabilità nella provincia di Modena, martoriata dal terremoto. Lo sport è uno splendido veicolo per educare, comunicare e aiutare”.
Promette tutto il suo impegno, a nome anche dei ragazzi e dello staff, Andrea Capobianco, coach della Nazionale Under 18 che scenderà in campo nella singolare cornice di Taranto contro la Svezia: “Sono molto felice – ha detto – e parlo a nome di tutta la squadra che anche in questo momento sta sudando per arrivare nel migliore dei modi all’Europeo di categoria. Ci sono molti aspetti in comune tra una squadra di basket e il gruppo che lavora tutti i giorni a bordo di una portaerei: il gioco di squadra è fondamentale in entrambi i casi. Per ogni ragazzo sarà uno stimolo enorme ed una grande esperienza di vita che servirà ad aiutare chi in questo momento sta soffrendo. Sarà un’emozione: cercheremo di divertirci e daremo il massimo”.
Info utili
I biglietti per assistere alla gara a bordo della Cavour, in vendita al prezzo di 10 euro, sono disponibili sul sito www.listicket.it, in tutte le oltre 1.100 ricevitorie autorizzate Listicket Lottomatica e chiamando il call center 892982. Il pomeriggio dell’evento i tagliandi saranno disponibili direttamente presso la Base Navale.

Please follow and like us:

Lascia un commento

La tua email non apparirà

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.