Si è svolta questa mattina la conferenza stampa sul Torneo dei candidati FIDE, a Mosca, presso il Rossiyskaya Gazeta Media Center. I giornalisti, convenuti online, hanno potuto porre le domande agli ospiti partecipanti, accendendo l’attenzione del mondo sull’evento scacchistico di questo 2021… in attesa di conoscere la data della sfida mondiale.

I relatori della conferenza stampa sono stati: il presidente della FIDE Arkady Dvorkovich, il più volte campione del mondo di scacchi nonché presidente del consiglio di fondazione della federazione di scacchi della regione di Sverdlovsk e uno degli scacchisti più forti della storia, Anatoly Karpov, il vincitore del torneo dei candidati FIDE 2016, Sergey Karjakin, e il Direttore del Torneo dei Candidati, Direttore Esecutivo della Federazione Scacchistica della Regione di Sverdlovsk, Albert Stepanyan.

Dvorkovich ha esordito ringraziando gli appassionati di scacchi e i media per aver atteso la ripresa del torneo, interrotto il 26 marzo 2020. “La FIDE è molto orgogliosa di annunciare la ripresa del Torneo dei candidati a Ekaterinburg. Dopo che tutte le partite saranno state giocate, verrà determinato chi sarà lo sfidante campione del mondo e giocherà la partita del campionato mondiale contro Magnus Carlsen a Dubai nel dicembre 2021. Siamo assolutamente pronti per iniziare il torneo dei candidati. Tutti i giocatori sono a conoscenza del protocollo medico e siamo in contatto quotidiano con tutti i partecipanti e le loro squadre. Ai giocatori non è necessario indossare una maschera durante il torneo. I giocatori dovranno sottoporsi a test PCR negativi non prima di 72 ore prima dell’inizio del torneo. Non saranno tenuti a fare i test durante il torneo a meno che un giocatore non abbia sintomi.

Sappiamo che 2 giocatori hanno fatto la vaccinazione, non sono a conoscenza degli altri giocatori, è una loro decisione personale. Abbiamo deciso che gli spettatori sarebbero ammessi al torneo con alcune misure, come indossare maschere per il viso e allontanamento sociale. Inoltre, gli spettatori devono avere un vaccino o degli anticorpi o un test negativo per l’infezione da coronavirus“.

Albert Stepanyan ha assicurato che gli organizzatori hanno preso tutte le misure per rendere l’evento sicuro per giocatori e visitatori: “L’intero mondo degli scacchi stava aspettando la ripresa di questo torneo. La prima parte dell’evento è stata piuttosto nervosa, non sapevamo cosa aspettarci in questa situazione fuori standard. Oggi sappiamo come adattarci a queste condizioni. Gli organizzatori, le autorità mediche e tutti gli altri enti coinvolti nella realizzazione di questo torneo hanno una visione chiara di cosa fare e come condurre questo evento ad alto livello”. Ha anche aggiunto che sebbene l’accesso alla sala sarà limitato, i visitatori potranno ascoltare il commento in diretta delle partite: “L’accesso alla sala di telecronaca sarà gratuito per tutti in conformità con tutte le necessarie cure mediche.”

Anatoly Karpov ha ricordato il motivo per cui il torneo è stato interrotto: “Per tutto questo tempo stavamo aspettando la riapertura dei confini tra i paesi e nonostante il fatto che la Russia fosse uno dei primi paesi ad aprire i confini, l’Unione Europea e la Cina li stavano ancora tenendo chiusi. Per tutto questo tempo Ekaterinburg era pronta a riprendere il torneo in qualsiasi momento. La prossima partita inizierà il 19 aprile e, insieme a tutto il mondo degli scacchi, non vediamo l’ora di sapere chi avrà il diritto di giocare contro il campione del mondo Magnus Carlsen ”.

Sergey Karjakin ha espresso la sua opinione che l’evento si svolgerà senza intoppi: “Come professionista di scacchi, vorrei dire che sono anche molto ansioso di vedere l’inizio del torneo e di sapere chi sarà il prossimo contendente. Sono sicuro che gli organizzatori faranno del loro meglio e condurranno il torneo ai massimi livelli. Sono stato molte volte a Ekaterinburg e so bene quanto sia forte la locale federazione di scacchi”.

Il vincitore del torneo dei Candidati 2016 ha dato alcuni consigli ai giocatori, sulla base della propria esperienza: “Penso che i giocatori dovrebbero cercare di non pensare che mancano solo 7 round. Dovrebbero concentrarsi principalmente sul loro gioco. In condizioni così stressanti tutto dipenderà da chi ha i nervi migliori, chi riuscirà a rimanere stabile per tutta la distanza e non cedere psicologicamente ”.

Ricordiamo che il Torneo dei Candidati 2020 – 2021 è iniziato il 16 marzo 2020 ed è stato interrotto bruscamente 11 giorni dopo, quando il governo russo ha annunciato la chiusura del traffico aereo con altri paesi, in mezzo a una pandemia di coronavirus in rapida ascesa. Dopo una lunga attesa, lo sfidante al trono di Magnus Carlsen sarà finalmente conosciuto entro il 28 aprile.

Dopo il primo girone (sette partite), il francese Maxime Vachier-Lagrave e il russo Ian Nepomniachtchi sono in testa, con 4 punti e mezzo. Fabiano Caruana (USA), Anish Giri (Olanda), Wang Hao (Cina) e Alexander Grischuk (Russia) sono nel gruppo degli inseguitori, tutti con 3½ punti. Dal punto di vista tecnico, quindi, tutto ancora può succedere. Torneremo su un’analisti più dettagliata dei giocatori in campo nel prossimi giorni, in base anche alle ultime prestazioni di ognuno.

Avatar
Sport24h.it nasce dall’idea che ogni disciplina sportiva è portatrice di un sistema di valori, emozioni e linguaggio unici. Contrariamente alla narrazione imperante: non esistono i fatti separati dalle opinioni (in questo ci sentiamo un po’ eretici). La realtà è sempre, inevitabilmente, interpretata dalla sensibilità di chi la racconta.

Commenta