Questo il cammino verso EuroBasket Women 2015

Questo il cammino verso EuroBasket Women 2015
Foto di gruppo con il ministro Giannini e il presidente Malagò in occasione della presentazione della stagione 2014

Foto di gruppo con il ministro Giannini e il presidente Malagò in occasione della presentazione della stagione 2014

“Sono felice di essere la testimonial della Nazionale Femminile in questo percorso che l’accompagna verso l’Europeo 2015”. Con queste parole il ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Stefania Giannini ha aperto il suo intervento alla presentazione dei programmi estivi della Nazionale Femminile che si è svolta questa mattina a Roma presso il Salone d’Onore del CONI.
Questa estate la formazione allenata da Roberto Ricchini giocherà le Qualificazioni all’EuroBasket Women 2015 con Estonia, Portogallo e Lettonia.
Il Presidente CONI Giovanni Malagò ha fatto gli onori di casa: “Sono molto felice che oggi si parli di pallacanestro femminile: ieri ho incontrato le ragazze all’Acqua Acetosa e ho trovato una bella atmosfera. So quanto sia complicato essere ai vertici di uno sport di squadra: quello che porterà all’Europeo sarà un cammino difficile ma io sono ottimista perché credo nella pallacanestro femminile. Io sarò sempre al vostro fianco”.
Il Presidente CONI ha introdotto poi Stefania Giannini, ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, giunta al Salone d’Onore dopo l’impegno nel Consiglio dei Ministri: “E’ un’amica dello sport – ha affermato Malagò – questa è casa sua. Stefania è la migliore testimone di quello che si vuole fare per il basket femminile”.
Sono una grande appassionata di pallacanestro – ha affermato il Ministro – uno sport che regala sempre grandi emozioni. Con il CONI e il Presidente Malagò stiamo lavorando in maniera concreta per la scuola e lo sport. E’ inaccettabile che lo sport non abbia alcun valore dal punto di vista accademico. Dobbiamo riportarlo nelle scuole con maggiore forza perché l’attività sportiva è parte integrante del processo educativo di una persona. Abbiamo siglato una convenzione un mese fa col Presidente Malagò che riguarda il progetto CONI Sport Scuola, l’alfabetizzazione motoria e tutte le attività che servono a sensibilizzare: c’era un decreto da strutturare e da firmare e nel Consiglio dei Ministri di oggi abbiamo reperito e stanziato i fondi che ci servono”.
La parola è passata poi al Presidente della FIP Giovanni Petrucci: “Oggi in sala c’è tutto il vertice dello sport italiano, sono grato della vostra presenza. L’anno scorso con l’ottavo posto all’Europeo abbiamo dimostrato di non essere inferiori a nessuno. Iniziamo questa nuova avventura con grande speranza. La Nazionale è il traino del movimento. Quando si veste la maglia dell’Italia bisogna scendere in campo sapendo di potersela giocare con tutti, so che voi ce la metterete tutta per ottenere la qualificazione all’Europeo. Per noi è una grande gioia e un onore avere qui il Ministro Stefania Giannini, grande appassionata di basket. Ha dimostrato sin da subito grande apertura verso lo sport italiano. Quello dell’istruzione è un Ministero importante per il Paese: se lo sport e l’istruzione viaggeranno insieme sarà un grande passo in avanti per l’Italia.”
Roberto Ricchini ha illustrato gli obiettivi azzurri di questa estate: “Continuiamo la strada intrapresa due anni fa con delle certezze in più. Lo scorso all’Europeo abbiamo raggiunto un risultato impensabile alla vigilia, grazie alla forza di un gruppo che è andato oltre le qualità individuali. Le ragazze hanno grande voglia di vestire la maglia Azzurra e questo ci dà fiducia. Il nostro è un girone difficile: la Lettonia è una delle squadre più importanti d’Europa, Estonia e Portogallo due realtà emergenti. Non sarà facile qualificarci ma dipenderà da noi. Vogliamo arrivare all’Europeo, perché sarà quello che qualificherà ai Giochi Olimpici 2016 di Rio de Janeiro”.
Infine è intervenuto il capitano azzurro Raffaella Masciadri: “Da parte di tutta la squadra ringrazio il Presidente Malagò per l’ospitalità e il Presidente Petrucci che sin dall’inizio del suo insediamento ci è stato vicino e ha creduto in noi. L’Europeo dello scorso anno è un punto di partenza, anche in queste qualificazioni la nostra forza sarà la voglia di sacrificarsi l’una per l’altra. Vogliamo fare bene con la Nazionale per avere quella visibilità che ora manca. Giocare le Olimpiadi a Rio sarebbe un sogno, ce la metteremo tutta affinché si realizzi anche se sappiamo che la strada è lunga e difficile”.
Nel fine settimana la Nazionale Femminile sarà impegnata a Pomezia contro la Gran Bretagna nelle prime due gare amichevoli: sabato 17 maggio palla a due alle ore 19.00, domenica 18 maggio alle ore 18.00.
Programmi della Nazionale femminile e le azzurre convocate

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.