Razzauti, Ricciardi e Panato, trio delle meraviglie agli Europei di canoa discesa

Nella canadese monoposto Valentina Razzauti, Marlene Ricciardi e la figlia d’arte Alice Panato conquistano la medaglia d’oro con il tempo di 15.40.29.

Razzauti, Ricciardi e Panato, trio delle meraviglie agli Europei di canoa discesa

Seconda giornata di gare agli europei di canoa discesa in programma fino a domenica a Banja Luka, in Bosnia Erzegovina, con l’Italia che si accomoda prepotentemente ben due volte sul podio nel programma odierno delle gare a squadre.
Protagoniste sono le azzurre che conquistano l’oro nel C1 ed il bronzo nel K1. Nella canadese monoposto, specialità che regalò all’Italia il titolo mondiale 2014, Valentina Razzauti, Marlene Ricciardi e la figlia d’arte Alice Panato conquistano la medaglia d’oro con il tempo di 15.40.29; prova di forza per le pagaiatrici italiane che staccano di oltre 55 secondi le ceche Paloudova, Valikova e Capakova e le francesi Bren, Haab e Hostens.
Una prova di forza e compattezza per il trio azzurro che ha saputo tenere testa in maniera esemplare alle forti avversarie continentali. L’esperienza di Marlene Ricciardi e di Valentina Razzauti, mixate con l’esplosività e la tempra della giovane Alice Panato regalano all’Italia un oro che carica l’ìntero team azzurro.
Nel K1 femminile l’Italia porta invece a casa la medaglia di bronzo. A conquistarla, chiudendo la classic race in 13.59.76, sono Costanza Bonaccorsi (oro mondiale 2014 nella sprint), Beatrice Grasso e Mathilde Rosa. Le azzurre salgono sul terzo gradino del podio nella gara vinta dalle tedesche Stoeberl, Hollerieth e Overbeck in 13.29.96 davanti alle francesi Hostens, Bren e Leriche (13.51.05).
Piazzamenti a ridosso del podio, invece, nelle gare maschili; Davide Maccagnan, Stefano Scremin e Federico Urbani si fermano al quinto posto nel K1 con la terza posizione che dista appena otto secondi. Il tempo degli azzurri è di 12.46.75, l’oro va invece ai tedeschi in 12.32.77 davanti a Repubblica Ceca (12.33.29) e Slovenia (12.38.59); quarto posto per la Francia, poi l’Italia.
Sesto posto invece nel C1 maschile per Mattia Quintarelli, Giorgio dell’Agostino e Paolo Razzauti che fermano il cronometro sul 14.42.39; l’oro in questo caso va alla Germania davanti a Repubblica Ceca e Francia.
Esaltanti le prove delle canoiste azzurre in un campionato europeo che inizia con il piede giusto e apre le porte ora alle gare sprint, a partire da domani.

Lascia un commento

La tua email non apparirà

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.