Riparte l’anno con il Test Event di Londra, obiettivo qualificazione olimpica

E’ partita sabato pomeriggio dall’Aeroporto di Linate la spedizione azzurra Oltremanica per il Test Event di qualificazione ai Giochi Olimpici 2012. Al termine di una lunga preparazione invernale il DTN Fulvio Vailati ha sciolto le sue riserve. La Nazionale Maschile, impegnata dalle 15.45 (ora locale) di martedì 10 gennaio sarà composta da sette elementi, sei titolari e una riserva: Matteo Angioletti (G.Meda), gli alfieri dell’Aeronautica Militare Matteo Morandi, Alberto Busnari, Enrico Pozzo, Paolo Ottavi e Paolo Principi, con il ravennate Lorenzo Ticchi fortemente indiziato, questa volta, per un posto in squadra last minutes. È l’unico dubbio ancora irrisolto dei tecnici al seguito della Delegazione, Maurizio Allievi e Andrea Sacchi (con loro anche il giudice Fulvio Traverso). I ragazzi, lo ricordiamo, esordiranno al corpo libero, e avranno di fronte, divisi in tre gironi, i padroni di casa della Gran Bretagna, Spagna, Francia, Canada, Brasile, Porto Rico e Bielorussia, gli uni contro gli altri per la conquista degli ultimi 4 pass disponibili. Di buon viatico per la campagna dei nostri senatori la notizia del riconoscimento da parte del Comitato Tecnico Internazionale (pag.111 del bollettino n° 120 della FIG) dell’originalità del movimento al cavallo con maniglie eseguito da Busnari ai Mondiali del 2009, proprio a Londra. Da questo momento, dunque, l’aviere di Melzo, a caccia della sua quarta partecipazione olimpica, è entrato a tutti gli effetti tra i grandi nomi del Codice dei Punteggi. Sul fronte femminile, invece, mercoledì 11, a partire dalle 16.50 (ora locale) vedremo impegnate alla trave le militari dell’Esercito Italiano Vanessa Ferrari ed Elisabetta Preziosa, Carlotta Ferlito (GAL Lissone), Chiara Gandolfi (Olos Gym Roma) e le due new entry Erika Fasana (Brixia Brescia) e Francesca Deagostini (La Costanza A. Massucchi Mortara), 15enni entrate da quest’anno nel millesimo del primo livello senior. Al fianco delle “fab six” ci sarà il Responsabile degli Allenamenti Paolo Pedrotti e l’allenatore Enrico Casella. Accreditate anche Rodica Demetrescu, Claudia Ferrè e Laura Rizzoli, che daranno il loro fattivo contributo per spingere l’Italdonne, le prime delle non ammesse ai Campionati di Tokyo, tra le quattro promosse agli esami di riparazione londinesi. Sotto gli occhi del giudice Dora Cortigiani, del medico Matteo Ferretti (che oggi era già a Milano per una visita di controllo a Serena Licchetta) e del fisioterapista Salvatore Scintu, nonché del Presidente Federale Riccardo Agabio e del Segretario Generale Roberto Pentrella, annunciati entrambi sugli spalti della North Greenwich Arena, la Ferrari e compagne se la dovranno vedere, nell’ordine nipponico, con Francia, Canada, Spagna, Olanda, Brasile, Corea e Belgio. Il gruppo italiano alloggerà al Marriot Bexleyheath, fino al giorno del rientro previsto per sabato 14 gennaio. Il giorno precedente si sarà giocato le sue ultime chance Flavio Cannone, l’unico azzurro in lizza per gli 8 posti rimanenti del Trampolino Elastico. Da lunedì 16, invece, sarà la volta della Ritmica, con Federica Febbo, accompagnata da Germana Germani e dalla DTN Marina Piazza, all’inseguimento del sogno olimpico. Un sogno che è già realtà per Julieta Cantaluppi e le Farfalle di Emanuela Maccarani, che, infatti, non saranno presenti al Test Event. (com stampa)

Lascia un commento

La tua email non apparirà

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.