Roma Leonis, squadra italiana in campo per il FIBA World Tour 3×3

La Federazione si appoggerà a Eurobasket Roma per la realizzazione di una franchigia federale che inizi a lavorare in previsione delle Olimpiadi di Tokyo 2020.

Roma Leonis, squadra italiana in campo per il FIBA World Tour 3×3

Il 3×3 è una disciplina olimpica dal giugno dello scorso anno. L’esordio è previsto ai Giochi Olimpici di Tokio 2020. Nel frattempo, seguendo le indicazioni della FIBA, la FIP ha avviato una serie di iniziative per incentivare la pratica del gioco, la formazione di giocatori specializzati, la partecipazione e l’organizzazione di Tornei Challenger per salire nelle posizioni del ranking internazionale della categoria Open Maschile.

La stagione del 3×3 è già partita con la convocazione della Nazionale femminile 3×3 (raduno a Roma il 31 maggio) che parteciperà al Mondiale di Manila (8-12 giugno), mentre il 30 maggio, invece, è previsto il primo allenamento al PalaAvenali di Roma (via dell’Arcadia) della Roma Leonis, squadra open maschile 3×3, voluta dalla FIP e gestita in collaborazione con la società romana Eurobasket. I giocatori della Roma Leonis sono stati selezionati dal tecnico federale Andrea Capobianco.

Roma Leonis dopo due giorni di allenamento con il tecnico Capobianco parteciperà a diversi Challenger in Europa e in Italia. I Challenger sono competizioni internazionali del circuito World Tour a cui partecipano su invito 16 squadre in base al ranking o a wild card, per ottenere la Qualificazione ai Master che consentono poi a loro volta di qualificarsi alle Finals del FIBA World Tour che si tiene a Pechino dal 27 al 28 ottobre 2018.

I giocatori selezionati per la Roma Leonis sono
Daniele Bonessio (1988, 200, Leonis Group Roma)
Andrea Pecchia (1997, 197, Blu Basket Treviglio)
Piepaolo Marini (1993, 193, Aurora Basket Iesi)
Ion Lupusor (1996, 203, Roseto Sharks)

I Challenger a cui parteciperà Roma Leonis sono
The Hague (Olanda), 2-3 giugno
Lignano (Italia), 14-15 luglio
Bucarest (Romania), 11-12 agosto
Lubiana (Slovenia), 17-18 agosto
Ognuno dei Challenger qualifica due squadre ai Master.

I Challenger e i Master mettono in palio montepremi per i giocatori delle squadre qualificate ai primi 4 posti. Challenger: 10mila euro per la squadra prima classificata, 6mila per la seconda, 3 mila per la terza e 1000 per la quarta. Nei Master invece 30mila euro per la prima, 20mila per la seconda, 12mila per la terza e 8 mila per la quarta.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.