C’è un Italia che vince anche nel rugby, l’Italia donne asfalta il Sudafrica 35-10

Ottima prova per le ragazze di Di Giandomenico che vincono anche il secondo test match di novembre e guardano con ottimismo il prossimo 6 Nazioni.

C’è un Italia che vince anche nel rugby, l’Italia donne asfalta il Sudafrica 35-10

Prato – C’è un’Italia del rugby che vince e convince. E’ quella femminile di Andrea Di Giandomenico, che oggi ha Prato ha superato nettamente il Sudafrica 35-10 nel primo match ufficiale tra le due Nazionali. Crediamo che non sia un caso questo successo, come confermato anche dalla recente vittoria anche contro la Scozia. La Nazionale femminile termina quindi il suo novembre di match imbattuta e pronta per il 6 Nazioni 2019, nella speranza di poter migliorare il già buon torneo di quest’anno.

Se volessimo trarre una lezione (e ci auguriamo che la traggano anche i dirigenti federali) da questo nuovo exploit delle ragazze azzurre, forse è quello che questo gruppo è frutto delle scelte del tecnico azzurro che per comporre la squadra non può che basarsi su quanto accade nel campionato. Pertanto seleziona le migliori del campionato. Non ci sono Accademie, non ci sono centri federali, non ci sono superfranchige. Le Azzurre torneranno in campo il 1 febbraio, in trasferta contro la Scozia, nella prima giornata del Women’s Six Nations.

LA CRONACA – In un clima piovoso e freddo che influenzerà la gestione del pallone per l’intero match, calcio di inizio per le Azzurre che sono ricacciate indietro al piede dal Sudafrica. Attacca subito l’Italia senza però finalizzare la prima importante occasione del match e al 5′ Mpupha schiaccia sotto i pali dopo un coast-to-coastcon calcetti a seguire; trasforma da facile posizione Nel.

Non si fa attendere la reazione italiana, che giunge dopo appena due minuti, con un break di Stefan dopo lancio del gioco da mischia ordinata ma non trasforma Sillari; continua l’attacco azzurro che porta a un calcio di punizione centrale e Sillari al 15′ centra i pali per il sorpasso 8 a 7. Insiste l’Italia che si installa nei 22mt avversari e ottiene un penalty che Sillari piazza nuovamente al 22′ per il momentaneo 11 a 7. Al 32′ il Sudafrica resta in inferiorità numerica per un cartellino giallo a Nel, ammonita per placcaggio alto. Prosegue quindi la pressione azzurra e al 40′ Giordano schiaccia dopo una mischia ordinata in avanzamento sui 5mt, senza la trasformazione dal piede di Sillari: il primo tempo si chiude 16 a 7 per le padrone di casa.

La seconda frazione inizia con il Sudafrica che si fa vedere in attacco conquistando un facile calcio piazzato per Nel che non sbaglia, e accorcia le distanze. Al 49′ esce Bettoni per infortunio, sostituita da Turani. Reagisce l’Italia che attacca con decisione e a lungo senza trovare lo spunto decisivo ma ottenendo alcuni calci di punizione per l’indisciplina avversaria che porta al secondo cartellino giallo per il Sudafrica, comminato a Horne al 55′; si allargano le maglie della difesa ospite e dopo una serie di pick and go nei 22 avversari, azione alla mano fino all’ala per Stefan che schiaccia alla bandierina. Sillari non concende i due punti aggiuntivi da posizione molto angolata. L’Italia si fa vedere ancora in attacco prima con un bel break di Franco e poi con una serie di mischie ordinate sotto i pali avversari: al 65′ l’arbitro concede meta tecnica e le azzurre prendono il largo 28 a 10.

Un’ulteriore meta per l’Italia arriva con Arrighetti al 74′ dopo un ottimo lavoro del  pack in avanzamento e Sillari trasforma.
Negli ultimissimi minuti attaccano a testa bassa gli ospiti, ma la difesa azzurra tiene e il match si chiude sul definitivo 35 a 10.

Italia – Sudafrica 35 – 10 (16 – 7) 
Marcatori:p.t.5′ mt Mpupha tr. Nel (0-7); 8′ mt Stefan (5-7), 15′ cp Sillari (8-7); 22′ cp Sillari (11-7); 40′ mt Giordano (16-7); 47′ cp Nel (16-10), 57′ mt Stefan (21-10), 65′ meta tecnica Italia (28-10), 74′ Arrighetti tr. Sillari (35-10)
Italia: Furlan (C), Muzzo, Sillari, Busato (70′ Cavina), Stefan, Madia (75′ Gizzi), Barattin (76′ Sarasso), Giordano, Franco (70′ Sberna), Arrighetti, Duca, Fedrighi (75′ Pagani), Gai (72′ Tounesi), Bettoni (49′ Turani), Giacomoli (72′ Merlo)
All. Di Giandomenico
Sudafrica: Maqholo, Goda, Mpupha, Nel, Horne (76′ Shozi), Conrad, Kinsey (77′ Plaatjie), Hele, Mcatshulwa, Dumke, Booi (C), Strydom (68′ Dludla), Moremi ( 52′ Macingwane), Gwala (76′ Geswind), Latsha
Arb:  Groizeleau (Francia)
Cartellini: 32′ Nel (RSA), 55′ Horne(RSA)
Calciatori: Nel (RSA) 2/2; Sillari (Ita) 3/6
Woman of the Match: Duca (ITA)

Lascia un commento

La tua email non apparirà

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.