Rugby: il Sei Nazioni si “avvicina” all’Inghilterra

Rugby: il Sei Nazioni si “avvicina” all’Inghilterra

RBS 6 Nations, Sei Nazioni, 6 NazioniNon proprio “tutto da rifare”. L’inaspettato equilibrio ritrovato in classifica tra Inghilterra, Irlanda, Francia e Galles, potrebbe indurre in errore: il quarto turno del Sei Nazioni, in realtà, è molto più facile da leggere di quanto non si pensi. Vediamo insieme il “perché”. L’Irlanda di Brian O’Driscol si frega già le mani al pensiero del facile impegno casalingo contro la “Giovine Italia” di Jacques Brunel, e la conferma arriverebbe dalle indicazioni degli stessi bookmaker che offrono vincenti gli uomini dello shamrock praticamente alla pari: 1,03. L’Irlanda ha condotto l’ultimo match, disputato contro gli inglesi a Twickenham, in maniera impeccabile e, malgrado la sconfitta di misura, giocando con le stessa intensità dei padroni di casa, un ritmo che difficilmente potrà essere replicato dall’Italia. Gli azzurri, invece, sono reduci dall’orrenda partita dell’Olimpico, un confronto perso contro una Scozia scialba, inesistente, ma scaltra, talmente “mestierante” da lasciarci il poco ambito scettro di legno. Nel turno di “riposo” del Sei Nazioni c’è chi tra gli uomini di Brunel ha giocato, o si è allenato nel proprio club, riportando seri infortuni. A questo punto basta fare la somma e arrivare al risultato finale: per quanto possa far piacere ritrovare in rosa giocatori come Andrea Masi, e dispiaciuti per non vedere in campo colonne portanti come Alessandro Zanni, a Dublino le possibilità di vittoria dell’Italia vengono offerte a 13,00 volte la posta. Totò avrebbe commentato “e ho detto tutto!”.
Dopo averci consegnato personalmente, e a domicilio, il “cucchiaio di legno”, gli scozzesi si sentiranno un po’ più leggeri del solito, tanto che potrebbe affrontare in casa la Francia con uno spirito diverso. I “bleus” non hanno passato l’esame di Cardiff e, anzi, le lacune mostrate nel primo tempo contro l’Italia sono diventate in terra gallese falle grosse come case. Mettiamoci anche che qualche pedina importante della prima linea del pack francese non scenderà in campo. Ora il pronostico e i bookmaker vogliono una Francia vincente: noi diciamo che i transalpini dovranno dimostrare la loro forza su un campo avverso. La quarta giornata del Six Nations si concluderà con l’Inghilterra che ospita in casa il Galles. Al netto della sconfitta con la Francia, gli inglesi stanno esprimendo un ottimo gioco, e sicuramente il turno interno non potrà che esaltare le qualità del gruppo. Il Galles, vincente senza mai convincere, ha forse ritrovato un po’ di competitività battendo la Francia: resta da capire quanta benzina abbiano nelle gambe e nella testa Leigh Halfpenny e i suoi. Dal punto di vista dei bookmaker l’Inghilterra è strafavorita a 1,50.
Un’ultima considerazione a margine. Grazie a un successo in questo turno proprio l’Inghilterra, che nell’ultima giornata del 6 Nazioni verrà in visita (di piacere?) a Roma, potrebbe mettere una seria ipoteca sul torneo: per l’ante-post i bookie danno proprio gli inglesi in testa per la vittoria finale a 2,45, seguiti attualmente da Irlanda (2,75), Galles (5,60) e Francia (7,50).
Alessandro Cini

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.