Rugby Italia v Georgia, O’Shea: “Vittoria fondamentale per il morale”

I commenti del dopo vittoria. Per il Capitano Ghiraldini: "Una vittoria importante soprattutto perché avevamo un grande pressione alla vigilia."

Rugby Italia v Georgia, O’Shea: “Vittoria fondamentale per il morale”

Firenze, 10 Novembre 2018 – “ Sono contento – ha esordito in conferenza stampa Conor O’Shea dopo il successo contro la Georgia per 28 a 17 – per i primi 50 minuti. Poi nell’ultima mezz’ora abbiamo concesso troppo. Sul 28-7 ho pensato ad un finale di gara diverso, dove poter giocare con più libertà e segnare ancora. La gara ha avuto un finale diverso grazie alla meta tecnica che ha dato tanta energia alla Georgia cambiando l’inerzia della sfida. Sono contento per tutti i ragazzi; oggi sotto una pressione diversa, abbiamo vinto una gara importante per il nostro progetto di sviluppo. Vogliamo essere una squadra di altissimo livello; negli ultimi 12 mesi abbiamo vinto solo contro Fiji e Giappone. Questa contro la Georgia è stata una vittoria fondamentale. Sappiamo che dobbiamo migliorare ancora tanti aspetti nel futuro per essere ad altissimo livello.

Confido che questa possa rappresentare la gara della svolta. Da un anno non si faceva che parlare di questa gara. La posta era alta, la pressione anche. Adesso sono convinto che possiamo solo migliorare. Da domani penseremo alla sfida all’Australia di sabato prossimo.”

Anche il capitano degli Azzurri, Leonardo Ghiraldini, torna sul tema della pressione, a conferma del fatto che l’avvicinamento a questo appuntamento non è stato facile, almeno dal punto di vista mentale: ”Per noi la vittoria era molto importante contro una squadra molto vicina a noi nella classifica mondiale come per il Giappone nell’ultima tournée estiva. C’era pressione, normale per una gara del genere: abbiamo risposto bene in campo! Nel primo tempo potevamo gestire meglio due opportunità nei 22, c’era tanta voglia di segnare e ci siamo andati vicini con la meta di Steyn non accordata. Nonostante questo, abbiamo ripreso subito con piglio andando poi in meta con Bellini prima dell’intervallo. Nella ripresa c’è stata troppa indisciplina, ma abbiamo guadagnato il possesso più volte nei nostri 22 e anche dopo le loro rimesse: ci sono anche tanti aspetti positivi della ripresa. Credo che in generale la reazione in campo e lo spirito sia stato sempre ottimo. Dobbiamo sicuramente limare alcuni dettagli per segnare di più, perché ne abbiamo le qualità”.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.