Roma – Roberto Santamaria, Responsabile Tecnico della Nazionale Italiana Under 18, ha ufficializzato la lista degli atleti convocati per il raduno di Montichiari in programma da martedì 19 a giovedì 21 gennaio.

“Inizia un nuovo percorso con tanti giovani che hanno voglia di mostrare il loro valore. Tramite l’enorme lavoro fatto con gli allenatori dei Centri di Formazione abbiamo avuto la possibilità fare questa prima selezione. Io e tutto lo staff non vediamo l’ora di poter essere insieme ai ragazzi sul campo e sono sicuro che coglieranno questa importante opportunità” ha dichiarato Santamaria.

Questa la lista degli atleti convocati

Michele ARTUSIO (Pesaro Rugby)
Alex Valentino ARTUSO (Benetton Rugby)
Riccardo BARTOLINI (Florentia Rugby)
Sebastiano BATTARA (Benetton Rugby)
Filippo BOZZONI (Kawasaki Robot Calvisano)
Andrea BRUNIERA (Benetton Rugby)
Manuel CORCELLI (Pescara Rugby)
Matthias Leon DOUGLAS (Valpolicella Rugby 1974)
Filippo ESPOSITO (Unione Rugby Capitolina)
Alessandro FILONI (Unione Rugby Capitolina)
Alessandro GESI (Livorno Rugby)
Francesco KRSUL (Mogliano Rugby 1969)
Filippo LAVORENTI (Livorno Rugby)
Matteo MAMO (Rugby Parabiago)
Alex MATTIOLI (Rugby Parma F.C. 1931)
Carlo Francois MEY (HBS Colorno)
Gabriele MOSCIONI (S.S. Lazio Rugby 1927)
David ODIASE (HBS Colorno)
Flavio PERELLI (Fiamme Oro Rugby)
Giovanni QUATTRINI (Cus Milano)
Giacomo ROMEI  (Cus Siena)
Fabio RUARO (Rugby Parma F.C. 1931)
Matteo RUBINATO (Benetton Rugby)
Giovanni SANTE (Mogliano Rugby 1969)
Gabriele SCATTOLIN (Rugby Paese)
Samuele TADDEI (Frascati Rugby Club 2015)
Emanuele TANI (Unione Rugby Capitolina)
Luca TARANTINI (Unione Rugby Capitolina)
Andrea TERRIBILE (Rugby Roma Olimpic Club 1930)
Rocco Vasco VISENTIN (Benetton Rugby)

Sport24h.it nasce dall’idea che ogni disciplina sportiva è portatrice di un sistema di valori, emozioni e linguaggio unici. Contrariamente alla narrazione imperante: non esistono i fatti separati dalle opinioni (in questo ci sentiamo un po’ eretici). La realtà è sempre, inevitabilmente, interpretata dalla sensibilità di chi la racconta.

Commenta