Rugby senza mischia, ha senso pensare ad uno sport diverso?

Ci chiediamo, però: se il calcio riprenderà (come ha già fatto in Germania), quale la differenza tra questo e tutti gli altri sport di squadra?

Rugby senza mischia, ha senso pensare ad uno sport diverso?

Il mondo del rugby ancora deve abituarsi all’anticipazione di questi giorni da parte del Times sulla soluzione che sarebbe al vaglio della World Rugby: tornare a giocare, ma senza mischia!

Su il Corriere della Sera di domenica 24 maggio Domenico Calcagno raccoglie i commenti di alcuni azzurri, a cominciare da capitan Parisse.

L’esigenza di ripartire è alta. Diverse federazioni stanno pagando uno scotto salato dal punto di vista economico. Quella USA è fallita proprio all’esordio della pandemia ed anche la Federazione Neozelandese, quella degli All Blacks, ha previsto di dimezzare il personale. La FIR può contare su risorse fresche derivanti dall’accordo con CVC (qui), ma senza gioco non si va da nessuna parte.

Intanto la stessa FIR ha diramato il protocollo per la ripresa degli allenamenti, che pubblichiamo in allegato. Un primo momento di formazione è previsto mercoledì 27 maggio alle 19, con la quinta puntata dei FIRTalks, i webinar FIR aperti al movimento ed agli appassionati su Facebook e Youtube, nel corso della quale il Responsabile del Rugby di Base Daniele Pacini ed il Presidente della Commissione Medica FIR Vincenzo Ieracitano illustreranno il protocollo e risponderanno alle domande delle Società e dei praticanti collegati.

Un protocollo che per il momento prevede allenamenti a due metri minimo di distanza uno dall’altro e, soprattutto, l’utilizzo di strumenti individuali. Quindi nessun pallone che passa di mano in mano, neanche per una fase di riscaldamento o per dei semplici passaggi.

La possibilità di tornare a giocare, quindi, in questa fase è ancora lontana ma una considerazione l’indiscrezione del Times (se confermata) la richiede. Snaturare il gioco del rugby al punto da farlo assomigliare più ad una partita di rugby a sette (o, come hanno detto alcuni, di touch) rischia di uccidere questo sport.

Ci chiediamo, però: se il calcio riprenderà (come ha già fatto in Germania), quale la differenza tra questo e tutti gli altri sport di squadra?

Jules Elysard

protocolloripresaallenamentifir_pubblicazione240520

Lascia il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.