Sacchi a Tashkent, Caruana patta ancora

Sacchi a Tashkent, Caruana patta ancora

Oggi a Tashkent nella sesta giornata del torneo, seconda tappa del Grand Prix FIDE (la serie di tornei valida come selezione per il campionato del mondo) Fabiano Caruana ha dato segni di ripresa giocando una buona partita con lo statunitense Nakamura, che rappresenta uno degli avversari più ostici per l’italo americano. L’incontro è finito in parità dopo 6 ore ma Nakamura è stato sempre costretto a giocare sulla difensiva, per buona parte dello stesso in svantaggio di materiale (un pedone). Vale sempre lo stesso discorso: un Caruana in forma come un mese fa probabilmente avrebbe portato a casa anche il risultato pieno. Ma di questi tempi meglio accontentarsi di mezzo punto, che gli permette di muovere una classifica veramente mortificante, (terz’ultimo).
Domani Caruana ha il bianco contro Gelfand con cui pochi giorni fa ha condiviso il primo posto a Baku ma che a sua volta sta andando maluccio ed è penultimo in classifica. Poi Fabiano avrà di nuovo il bianco contro Kasimdzhanov che in questo momento occupa l’ultimo posto. Per l’azzurro è una buona occasione per recuperare posizioni.
Intanto buone notizie giungono dall’ Europeo giovanile di Batumi, dove il napoletano Carlo Paduano nel torneo Under 8 e la campionessa italiana (assoluta) Alessia Santeramo di Barletta nell’Under 16 femminile oggi hanno vinto e domani nell’ultima giornata di gara si batteranno per un posto sul podio

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.