Home Scacchi Ciak Mate – Un secolo di scacchi al cinema

Ciak Mate – Un secolo di scacchi al cinema

Uscito in questi giorni nelle librerie il libro di Dario Mione e Giulia Russo che ripercorrono le tappe principali della felice unione tra scacchi e cinema.

0

Da oltre un secolo scacchi e cinema costituiscono un connubio ben riuscito. Classici intramontabili quali Il settimo sigillo, 2001 Odissea nello spazio e Blade Runner, oltre a pellicole a tema come Mosse pericolose (vincitore del premio Oscar come miglior film straniero nel 1985) e il più recente Queen of Katwe di casa Disney, hanno attinto a piene mani dal mondo delle 64 caselle e dei suoi protagonisti, senza contare registi e attori stregati da re, torri e alfieri. I più noti sono sicuramente Stanley Kubrick, Woody Allen e Humphrey Bogart, grandi appassionati del gioco.

Ciak Mate – Un secolo di scacchi al cinema, edito da Messaggerie Scacchistiche (pg,. 248, € 25,50) e scritto a quattro mani da Dario Mione (giornalista professionista e maestro Fide di scacchi) e Giulia Russo (già critica cinematografica per diverse testate, tra le quali Cineforum), ripercorre le tappe principali di questa felice unione.

Nella sezione principale del libro vengono analizzati nel dettaglio quaranta film a tema o nei quali il gioco fa da filo conduttore, sia dal punto di vista critico sia sotto il profilo più “tecnico”: di tutti vengono ricostruite le partite giocate, spesso tratte o ispirate a sfide reali, e ogni scheda è arricchita da curiosità spesso inedite o poco note.

Il capitolo “60 scene da ricordare”, invece, è una selezione di pellicole in cui, a partire dagli inizi del Novecento, gli scacchi hanno un ruolo di contorno più o meno rilevante. La prima è un corto (muto) realizzato in Italia nel 1912, Una partita a scacchi, conservato al Museo del cinema di Torino: curiosamente il regista, Luigi Maggi, è omonimo dell’attuale presidente della Federazione scacchistica italiana.

Opera inedita nel panorama editoriale scacchistico e cinematografico, Ciak Mate – Un secolo di scacchi al cinema è arricchito dalla prefazione di Paolo Fiorelli, critico cinematografico di TV, Sorrisi e Canzoni, e da accurati indici analitici e dei nomi in cui sono elencati un migliaio di attori, registi, giocatori e personaggi celebri citati nel libro.

Per maggiori informazioni: www.messaggeriescacchistiche.com

Estratto dell’opera

Sport24h.it nasce dall’idea che ogni disciplina sportiva è portatrice di un sistema di valori, emozioni e linguaggio unici. Contrariamente alla narrazione imperante: non esistono i fatti separati dalle opinioni (in questo ci sentiamo un po’ eretici). La realtà è sempre, inevitabilmente, interpretata dalla sensibilità di chi la racconta.

Nessun commento

Commenta Annulla risposta

Exit mobile version