Scacchi “spaziali”: Karjakin vs International Space Station

Oggi alle 11 in diretta il match organizzato per celebrare i 50 anni della  prima partita giocata tra Base Terra e Astronauti in orbita il  9 giugno 1970.

Scacchi “spaziali”: Karjakin vs International Space Station

La Federazione Mondiale degli scacchi annuncia che oggi il giovane campione Sergey Karjakin giocherà  una partita a scacchi contro  gli astronauti della International Space Station Anatoly Ivanishin  (eroe della Federazione Russa) e Ivan Wagner. Il match è organizzato per celebrare i 50 anni della  prima partita giocata tra Base Terra e Astronauti in orbita il  9 giugno 1970.

Sergey Karjakin giocherà dal Museum of Cosmonautics, una delle principali attrazioni turistiche di Mosca. L’evento sarà trasmesso in diretta. La partita si giocherà alle ore 11, ora italiana (12 ora di Mosca).

La partita dell’anniversario sarà il culmine delle celebrazioni dedicate al gioco degli scacchi che si sono tenute in queste settimane in tutta la Russia, a conferma dell’importanza e amore che questo popolo ha verso il gioco.

Space – Earth è stata la prima partita a scacchi mai giocata il 9 giugno 1970, tra i cosmonauti in volo e “rappresentanti della Terra”. Lo Spazio era rappresentato dall’equipaggio del veicolo spaziale sovietico Soyuz-9 composto dai cosmonauti pilota Andriyan Grigoryevich Nikolaev e Vitaly Ivanovich Sevastyanov, mentre i rappresentanti della Terra aveva il capo del centro di addestramento dei cosmonauti sovietici, il colonnello generale dell’aviazione Nikolai Petrovich Kamanin e il pilota-cosmonauta Viktor Gorbatko Il pilota-cosmonauta Valery Fedorovich Bykovsky era incaricato dell’organizzazione del gioco, che si svolse quando l’equipaggio ebbe un giorno di riposo. L’incontro durò circa 6 ore. La comunicazione fu mantenuta via radio. Lo Spazio aveva i pezzi bianchi. La partita terminò in parità dopo 36 mosse.

Per quell’evento venne utilizzata una scacchiera e dei pezzi unici, progettati per condizioni di gravità zero. Il progettista di “scacchi spaziali” era Mikhail Ivanovich Klevtsov – un giovane ingegnere, candidato alle scienze biologiche, e impiegato dell’Istituto di Aviazione e Medicina Spaziale.

Qualsiasi progetto che prevedesse l’utilizzo di magneti fu escluso, per evitare interazioni con i sensibili strumenti di bordo. Klevtsov inventò un sistema semplice e originale di intagli e scanalature. Questo set unico è attualmente in mostra con il Museo degli scacchi della Federazione di scacchi della Russia.

Links:
https://ruchess.ru/en
https://kosmo-museum.ru
https://www.roscosmos.ru

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.