Scandalo USA, nella città degli angeli si truccano gli incontri

Dopo aver truccato l’incontro con i russi, i Matadors hanno truccato anche quello con i nostri Thunders, almeno questo è quello che ha deciso il WSB Appeal Panel, assegnando un punto in più alla franchigia italiana sponsorizzata da Dolce & Gabbana. Aldilà del risultato, che nella sostanza non modifica le gerarchie del challenge, resta la sorpresa/consapevolezza che a questi livelli, negli USA, si addomesticano gli incontri, come nel più infimo palazzetto di periferia. Una volta queste cose le facevano quelli cattivi, che mangiavano i bambini e puntavano sulla boxe per affermare un dominio sportivo che forse era anche frutto di altre pratiche. Insomma roba da peggior regime comunista. Del resto Rocky ha costruito su questo uno dei suoi film di maggior successo, il IV della saga, quello, per intenderci, di Ivan Drago e “ti spiezzo in due”. Sarà un caso che questi addomesticamenti sono avvenuti proprio nella patria riconosciuta del cinema mondiale?
Misteri della boxe…
AU

COMUNICATO STAMPA – La commissione d’appello delle World Series of Boxing comunica di aver accettato il ricorso presentato da Dolce & Gabbana Milano Thunder, relativo al match disputato a Los Angeles contro i Matadors, lo scorso 22 gennaio, in occasione del settimo week end di gara.
Il team milanese aveva contestato il verdetto di due dei cinque match combattuti:
– Lightweight (Pesi leggeri, 61 kg): Fowler vs Carrasco Herrera;
– Middleweight (Pesi medi, 73 kg): Gausha vs Lima.
Il WSB Appeal Panel, riunitosi a Losanna il 30 gennaio, ha visionato gli incontri in oggetto, stabilendo che il verdetto del match dei pesi leggeri fosse stato palesemente non corretto, assegnando la vittoria a Carrasco e non a Fowler,  e che pertanto il risultato finale di 4 a 1 a favore dei Matadors andasse modificato con l’attribuzione di un punto in più a Dolce & Gabbana Milano Thunder.
In questo modo il team italiano guadagna un punto anche in classifica, senza che questo influisca però in alcun modo sugli equilibri finali. La Dynamo Moscow rimane infatti in testa al girone, ora con una sola lunghezza di vantaggio.
A seguito di ciò la classifica del girone A viene modificata in questo modo:

Dynamo Moscow 25
Dolce & Gabbana Milano Thunder 24
Astana Arlans 22
Mumbai Fighters 14
Los Angeles Matadors 11
Bangkok Elephants 4

Rimane invariato l’accoppiamento per i quarti, contro i campioni uscenti del Paris United, con la formula andata-ritorno. Primo appuntamento a Parigi il 2 marzo, ritorno a Milano il 9 marzo, alle ore 20,45, nella Sala Gallery del Mediolanum Forum.

Lascia un commento

La tua email non apparirà

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.