Roma – Orario insolito per l’esordio della Nazionale in casa nel Sei Nazioni 2019: sabato sera alle ore 17,45 (diretta su DMAX) contro il Galles. Questa, più che contro la Scozia, rappresenta una delle partite dall’esito più scontato. La Nazionale difficilmente, nonostante i propositi della vigilia, riuscirà ad invertire la tendenza di questi anni e portare a casa una vittoria nel torneo più antico del mondo che manca ormai dal 2015.

Bisogna dire che le partite casalinghe quest’anno non aiutano. Domenica 24 febbraio, infatti, sarà la volta dell’Irlanda, campione in carica, mentre sabato 16 marzo il turno conclusivo del 6 Nazioni offrirà il derby latino contro la Francia, che mette in palio il Trofeo Garibaldi. Probabile che proprio contro i galletti ci giocheremo anche il white wash, perché siamo certi che il cucchiaio di legno ci sarà stato assegnato già prima dell’ultimo turno.

Il Direttore Eventi della FIR, Pierluigi Bernabò ha dichiarato: “L’obiettivo è di portare sugli spalti 150.000 spettatori nell’arco delle tre gare, con un trend incrementale nel corso delle settimane di partita, e di mantenere lo standard organizzativo che ci ha permesso negli anni di contribuire alla diffusione del nostro sport e di accrescere ulteriormente il prestigio del Torneo stesso”.

Sport24h.it nasce dall’idea che ogni disciplina sportiva è portatrice di un sistema di valori, emozioni e linguaggio unici. Contrariamente alla narrazione imperante: non esistono i fatti separati dalle opinioni (in questo ci sentiamo un po’ eretici). La realtà è sempre, inevitabilmente, interpretata dalla sensibilità di chi la racconta.