Sei Nazioni 2019, Callum Braley a sorpresa in ritiro con gli Azzurri

La chiamata del 24enne giocatore del Gloucester, già nazionale con l'Inghilterra U20, rappresenta l'ennesima conferma che il sistema delle Accademie non sforna i talenti che servono.

Sei Nazioni 2019, Callum Braley a sorpresa in ritiro con gli Azzurri

Roma – Callum Braley potrebbe passare alla storia del rugby italiano come Bosman lo è stato per il calcio mondiale: ovvero il simbolo di una rivoluzione che era nell’aria ma che si è concretizza in preciso momento storico, su un singolo caso specifico.

Callum Bradley, mediano di mischia in forza al Gloucester invitato dallo staff al ritiro al via domenica, non ha sicuramente fatto parte dell’Accademia Ivan Francescato, anche se fa parte di una generazione che ha vissuto in pieno questa epoca. Non ha fatto mai parte di nessuna nazionale italiana. E’ nato e cresciuto in Inghilterra e ha vinto due mondiali U20 proprio con la maglia della rosa. E’ entrato nel giro della Nazionale perché ha un nonno italiano. Questo potrebbe bastare per vederlo, nel prossimo futuro, vestire la maglia azzurra.

La sua chiamata, in un momento di grande difficoltà per il rugby azzurro, ha una valenza che va oltre l’utilizzo specifico di un “oriundo”. E’ l’ammissione diretta ed esplicita che il sistema delle Accademie non funziona.

Che i tecnici delle Nazionali maggiori in questi anni hanno poco considerato i nostri vivai è un dato di fatto. Anche nell’elenco pubblicato al termine di questo articolo, inviato dall’ufficio comunicazione della FIR, si evidenziano con un asterisco tutti gli atleti del gruppo azzurro che sono passati per l’accademia nazionale: su 33 convocati sono 11. Un terzo, che diventano anche meno se prendiamo in considerazione quelli che poi scendono in campo. Con Brunel e Mallet la percentuale in alcune partite è stata anche più bassa.

Ma la chiamata di Braley ci sembra vada oltre. E’ qualcosa del tipo: “quando il gioco si fa duro.. i duri cominciano a giocare. Se vogliamo risollevarci, almeno per quanto riguarda i risultati, allora prendiamo all’estero“. Non è accaduto lo stesso, del resto, con Dominguez, Parisse e Castrogiovanni, per citare quelli che hanno lasciato un segno nella nostra Nazionale?

Ci chiediamo, ma i mediani di mischia attualmente in forze alla Nazionale U20 di Roselli; perché non loro? Perché la Francia, il Galles, l’Inghilterra quando possono (o devono), fanno scendere in campo anche i 19enni e noi no? Se Citton e Piva non sono all’altezza, allora che ci stanno a fare nella Nazionale U20? A, già, dimenticavamo: perché fanno parte dell’Accademia Ivan Francescato, in quel di Remedello.

Questa la lista dei 33 atleti che si ritroveranno domenica a Roma

Piloni
Simone FERRARI (Benetton Rugby, 19caps)
Andrea LOVOTTI (Zebre Rugby Club, 31caps)*
Tiziano PASQUALI (Benetton Rugby, 15caps)
Nicola QUAGLIO (Benetton Rugby, 9 caps)*
Cherif TRAORE’ (Benetton Rugby, 7 caps)*

Tallonatori
Luca BIGI (Benetton Rugby, 17 caps)
Leonardo GHIRALDINI (Stade Toulousian, 101 caps)

Seconde Linee
Dean BUDD (Benetton Rugby, 18 caps)
Federico RUZZA (Benetton Rugby, 9 caps)*
David SISI (Zebre Rugby Club, 2 cap)
Alessandro ZANNI (Benetton Rugby, 109 caps)

Flanker/n.8
Marco BARBINI (Benetton Rugby, 3 caps)
Maxime MBANDA’ (Zebre Rugby Club, 15 caps)*
Sebastian NEGRI (Benetton Rugby, 14 caps)
Sergio PARISSE (Stade Francais, 136 caps) – capitano
Abraham Jurgens STEYN (Benetton Rugby, 27 caps)
Jimmy TUIVAITI (Zebre Rugby Club, 2 caps)

Mediani di Mischia
Callum BRALEY (Gloucester Rugby, esordiente) – invitato
Edoardo GORI (Benetton Rugby, 69 caps)*
Guglielmo PALAZZANI (Zebre Rugby Club, 30 caps)
Tito TEBALDI (Benetton Rugby, 29 caps)

Mediani di Apertura
Tommaso ALLAN (Benetton Rugby, 45 caps)
Carlo CANNA (Zebre Rugby Club, 32 caps)
Ian MCKINLEY (Benetton Rugby, 6 caps)

Centri
Michele CAMPAGNARO (Wasps, 40 caps)*
Tommaso CASTELLO (Zebre Rugby Club, 16 caps)
Luca MORISI (Benetton Rugby, 22 caps)*
Marco ZANON (Benetton Rugby, esordiente)*

Ali/Estremi
Giulio BISEGNI (Zebre Rugby Club, 11 caps)
Angelo ESPOSITO (Benetton Rugby, 17 caps)
Jayden HAYWARD (Benetton Rugby, 14 caps)
Edoardo PADOVANI (Zebre Rugby Club, 17 caps)*
Luca SPERANDIO (Benetton Rugby, 5 caps)*

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.