Sei Nazioni 2019, partono bene le Donne e gli U20

Successi fuori casa per la Nazionale femminile e quella U20: 7-28 e 22-32; per entrambe c'è anche il punto di bonus.

Sei Nazioni 2019, partono bene le Donne e gli U20

Glasgow (Scozia) – L’Italdonne di Andrea Giandomenico debutta nel Sei Nazioni 2019 con una vittoria esterna allo Scotstoun di Glasgow, superando le padrone di casa della Scozia 7-28, inanellando la quinta vittoria consecutiva dell’anno e centrando allo scadere il punto bonus. Vince anche la Nazionale U20 contro i pari età highlanders con il punteggio 22-32. Meglio non poteva iniziare la trasferta in terra scozzese per le formazioni azzurre. Un buon viatico per la partita di oggi, che comunque si annuncia più dura delle due giocate ieri, per la netta differenza tra i valori in campo, anche se lo scorso anno la formazione di O’Shea perse di una manciata di punti un match che in alcuni tratti apparve poter portare a casa.

Per quanto riguarda la Nazionale femminile, nel primo tempo le Azzurre partono al meglio, ma sprecano il possesso, non riescono a concretizzare quanto costruito e si fanno raggiungere dalle padrone di casa, chiudendo anche la prima frazione in doppia inferiorità numerica per gialli a Ruzza e Giordano.

Nella ripresa, sempre in inferiorità, le italiane riprendono il controllo del campo, tornano sopra 7-14 ma poi devono faticare a lungo in difesa per limitare la squadra di casa: nel finale, micidiale uno-due di Rigoni e Giordano, che consegna la vittoria alle Azzurre.

Prossimo turno sabato a Lecce contro il Galles.

Nazionale U20

Come detto comincia con il piede giusto anche il Sei Nazioni per l’Italia U20. Partono a spron battuto gli Azzurrini che rompono subito gli equilibri con un calcio piazzato di Paolo Garbisi che regala il 3-0 alla sua squadra. L’Italia continua a premere e al 15’ la caparbietà del XV di Fabio Roselli viene premiata con la meta di Nocera, non trasformata da Garbisi. La Scozia prova la reazione ma al 22’ sono ancora gli Azzurrini a muovere il tabellino sempre con il numero 10 su calcio piazzato. I padroni di casa si tuffano in attacco e, dopo gli infortuni di Fusco e Finotto – sostituiti rispettivamente da Piva e Maurizi – accorciano le distanze sul finale di tempo con un calcio piazzato di Thompson che chiude la prima frazione sul 3-11. L’avvio della secondo tempo sorride alla Scozia che in cinque minuti ribalta il risultato: prima capitan Boyle al 41’, poi Jupp al 45’ trovano due mete trasformate da Thompson che portano la squadra di Hogg sul momentaneo 17-11. Al minuto 55’, sempre dalla prima linea, trovano il nuovo vantaggio con la meta di Taddia trasformata da Garbisi. Il buon momento per gli Azzurrini continua al 64’ con la meta del neo entrato Mori, abile a infilarsi tra le maglie degli avversari e a spostare il parziale – con la collaborazione di Garbisi che trasforma dopo la ripresa del gioco stoppato in seguito all’infortunio occorso a Lucchesi – sul 23-17. Nella girandola di cambi che ha coinvolto tutta la panchina scozzese, i padroni di casa accorciano le distanze con il neo entrato McLean. Nel finale i padroni di casa provano a ribaltare definitivamente il risultato ma subiscono la meta di Trulla al 79, trasformata da Garbisi, che vale la vittoria con bonus e cinque punti in classifica.

Scozia v Italia 7-28

Marcatrici: p.t. 5’ m. Arrighetti tr. Sillari (0-7); 40’ m. Cattigan tr. Skeldon (7-7); s.t.13’ m. Franco. tr. Sillari (7-14); 34’ m. Rigoni tr. Sillari (7-21); 39’ m. Giordano tr. Sillari (7-28)
Scozia: Rollie; Musgrove (30’ st. Martin), Smith, Thomson (cap), Sergeant (16’ st. Lloyd); Nelson, Grieve (7’ st. Law); Cattigan, McLachlan (12’-22’ pt. Forsyth, 27’ st. Anderson), Malcolm (37’ st Rettie); Bonar, Wassell; Kennedy (26’ st. Forsyth), Skeldon, Cockburn
all. Munro
Italia: Furlan (cap); Muzzo, Sillari, Rigoni (37’ st. Busato), Stefan; Madia, Barattin; Giordano, Franco, Arrighetti; Duca (37’ st. Tounesi), Ruzza (26’ st. Fedrighi); Gai, Bettoni (29’ st. Cammarano), Giacomoli (22’ st. Turani)
all. Di Giandomenico
Cartellini: 12’ p.t. giallo Kennedy (Scozia); 38’ giallo Ruzza; 40’ giallo Giordano
Note: serata fredda e umida, in tribuna il Presidente FIR Alfredo Gavazzi. 2000 spettatori circa.
Calciatori: Sillari (Italia) 3/4; Skeldon (Scozia) 1/1

Scozia U20 v Italia U20 22-32 (3-11)

Marcatori: p.t. 2’ c.p. Garbisi (0-3); 15’ m. Nocera (0-8); 22’ c.p. Garbisi (0-11); 36’ c.p. Thompson (3-11); s.t. 41’ m. Boyle tr. Thompson (10-11); 45’ m. Jupp tr. Thompson (17-11); 55’ m. Taddia tr. Garbisi (17-18); 64’ m. Mori tr. Garbisi (17-25); 70’ m. McLean (22-25); 79’ m. Trulla tr. Garbisi (22-32)

Scozia U20: Smitch; McMicheal, Anderson, McCallum, Blain; Thompson, Frostwick; Mann, Boyle (cap.), Van Niekirk; Jupp, Johnson; Walker, Scott, Grahamslaw

A disposizione: Ashman, Nimmo, McLaren, Henderson, Bundy, McGhie, Chamberlain, McLean

All. Hogg

Italia U20: Trulla; Mastandrea (63’ Da Re), Moscardi, Mazza (51’ Mori), Mba; Garbisi, Fusco (26’ Piva); Koffi, Ruggeri (cap), Finotto (26’ Maurizi); Parolo, Stoian (64’ Butturini); Nocera (49’ Alongi), Taddia (59’ Lucchesi) (65’ Taddia), Drudi (59’ Franceschetto)

All. Roselli

Arb. Adam Jones

Lascia un commento

La tua email non apparirà

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.