Parma – Giornata di viaggio per la Nazionale Italiana Femminile che, dopo un breve allenamento mattutino sul campo della Cittadella del Rugby di Parma, nella tarda mattinata odierna è partita verso la Scozia dove domani affronterà le padrone di casa allo Scotstoun Stadium di Glasgow alle 17 locali (18 ITA). La partita, valida per la terza giornata del Women’s Six Nations, sarà trasmessa in diretta su Eurosport 2 e Eurosport Player con collegamento a partire dalle 17.50 italiane e commento affidato a Andrea Gardina e Antonio Raimondi.

“Siamo consapevoli di quanto fatto contro l’Inghilterra – ha esordito Andrea Di Giandomenico nella conferenza stampa pre-partita – e di cosa abbiamo necessità di migliorare in vista di domani. La disciplina è uno di quegli aspetti, oltre a cercare di essere più cinici in fase offensiva e di essere performanti per tutti gli ottanta minuti. La squadra ha preparato al meglio il match contro la Scozia”.

“In relazione alle scelte di formazione, abbiamo parlato molto di eventuali spostamenti di ruolo e della posizione in campo di alcune giocatrici ma last minute ci siamo trovati a cambiare le carte in tavola a causa di infortuni. Il nostro vero obiettivo è quello di trovare una continuità di prestazione con un aumento costante, a prescindere dalle interpreti in campo”.

“Affrontiamo con fiducia il prossimo impegno. Sarà una partita diversa rispetto a quella d’esordio, non semplice di sicuro. La determinazione e la concentrazione delle atlete in campo sarà un fattore fondamentale che potrà spostare gli equilibri da una parte o dall’altra” ha concluso Di Giandomenico.

“Sono stata piacevolmente colpita dalla squadra in questa settimana. Ciò che ci premeva ritrovare – ha dichiarato Manuela Furlan – era la confidenza e l’intesa tra di noi. L’approccio alla partita contro l’Inghilterra, nella prima parte, è stato buono. Conosciamo quali sono stati i nostri errori e abbiamo lavorato per mostrare qualcosa di diverso da subito”.

“Ci siamo confrontate molto in settimana all’interno del gruppo a partire dalla voglia di avere una prestazione diversa e una reazione subito. Abbiamo lavorato molto su vari aspetti. Arriviamo in Scozia con una consapevolezza maggiore e fiducia nei nostri mezzi” ha sottolineato il capitano dell’Italdonne.

Glasgow, Scotstoun Stadium – sabato 17 aprile ore 17 locali (18 ITA)

Scozia v Italia

Scozia: Rollie; Musgrove, Thomson, Nelson (cap), Gaffen; Law, McDonald; Cattigan, McLachlan, Gallagher; McMillan, Wassel; Kennedy, Skeldon, Bartlett

A disposizione: Rettie, Cockburn, Muzambe, Belisle, Howat, Maxwell, Wills, Grant

All. Easson

Italia: Ostuni Minuzzi; Furlan (cap), Sillari, Rigoni, Magatti; Madia, Barattin; Giordano, Cammarano, Arrighetti; Duca, Fedrighi; Gai, Bettoni, Skofca

A disposizione: Turani, Maris, Tounesi, Locatelli, Veronese, Sgorbini, Stefan, Muzzo

All. Di Giandomenico

Arb. Nikki O’Donnell (RFU)

Sport24h.it nasce dall’idea che ogni disciplina sportiva è portatrice di un sistema di valori, emozioni e linguaggio unici. Contrariamente alla narrazione imperante: non esistono i fatti separati dalle opinioni (in questo ci sentiamo un po’ eretici). La realtà è sempre, inevitabilmente, interpretata dalla sensibilità di chi la racconta.

Commenta