EuroBasket Women 2019 Qualifiers: a Skopje, Macedonia-Italia 52-61: buona la prima!

Mercoledì a S. Martino di Lupari c’è la Croazia, ko oggi con la Svezia. Crespi: “Tanti alti e bassi. Un abbraccio a Giulia, sono triste per lei”

EuroBasket Women 2019 Qualifiers: a Skopje, Macedonia-Italia 52-61: buona la prima!

Apre con una vittoria, la Nazionale Femminile, il ciclo di partite di qualificazione all’EuroBasket Women 2019. A Skopje le Azzurre hanno superato 52-61 la Macedonia al termine di una partita iniziata male (2-8) e poi però condotta con autorità già a dalla metà del primo quarto. La miglior realizzatrice è stata un’eccellente Sabrina Cinili con 12 punti, in doppia cifra anche Giorgia Sottana (11) e Olbis Andre (10 punti e 12 rimbalzi), che ha così salutato nel modo migliore il proprio esordio con la Maglia della Nazionale Senior.

L’Italia torna in campo mercoledì 15 novembre a San Martino di Lupari (Padova) per affrontare la Croazia, che oggi ha perso 54-57 con la Svezia e Zagabria (ore 20.30, diretta SkySportHD). Le uniche squadre già qualificate per l’Europeo sono quelle dei Paesi ospitanti (Serbia e Lettonia), in palio rimangono gli altri 14 posti: all’Europeo 2019 accederanno le prime classificate degli otto gironi e le sei migliori seconde.

Partita con tanti alti e bassi – ha commentato Marco Crespi a fine partita – una classica prima partita. Alti e bassi tecnici e di concretezza. Appunti utili per guardare a come e dove crescere. Una parola per l’esordio di Olbis Andre. Una carezza a lei e a Giulia, la ragazza che a Torino ha vissuto un momento triste. Triste per lei e di vergogna per tutti noi. Fermamente il razzismo è da combattere. Pubblicamente. Davvero #siamotuttiGiulia“.

Le Azzurre (Dotto, Crippa, Zandalasini, Cinili e Andre il quintetto scelto da Marco Crespi) hanno iniziato in modo contratto la partita: dopo il primo canestro di Zandalasini è arrivato l’8-0 delle padrone di casa chiuso dalla tripla di Mitrosinovik. Con pazienza l’Italia è tornata a contatto con Cinili, Formica e Sottana e poi allungato (14-19 a fine primo quarto) fino al 18-27 realizzato da Zandalasini. All’intervallo lungo si è andati sul 25-33 per le Azzurre, con la penetrazione di Dotto a chiudere il secondo quarto.

L’Italia ha toccato la doppia cifra di vantaggio in apertura di terzo quarto col rimbalzo offensivo convertito a canestro da Andre (25-35) ma la Macedonia è tornata immediatamente a contatto con Givens (30-35) e poi con Mitrosinovik ha trovato la tripla del -4 (35-39) con le Azzurre incapaci di mettere a referto punti con continuità (alla fine 3/20 dall’arco, 0/12 per Sottana e Zandalasini). I 4 punti di Cinili ci hanno fatto respirare e riportato sul +8 e il periodo si è chiuso sul 38-44.

A metà dell’ultimo quarto l’Italia ha provato ad allungare con decisione (41-52) con i punti di Sottana e Cinili ma Givens si è caricata sulle spalle la Macedonia ed è tornata a spaventarci (47-52 a 3 minuti dalla fine). Dotto ha replicato in penetrazione (49-56) ma ancora Givens ha fissato il risultato sul 52-56 con 50 secondi sul cronometro. La partita l’ha risolta Cinili con l’ennesimo canestro in sospensione, poi Dotto ha arrotondato dall’arco a pochi istanti dalla sirena. Una vittoria sofferta ma estremamente preziosa, per le Azzurre.

Macedonia-Italia 52-61 (14-19; 25-33; 38-44)
Macedonia: Stojanovska (0/1), Lazareska (0/4, 0/2), Adamovska ne, Petrushevska ne, Dimova ne, Janevska ne, Kmetovska 10 (4/15), Selcova ne, Givens 22 (7/11, 2/5), Shekjerovska ne, Mitrasinovik 14 (4/12, 1/3), Trajchevska 6 (2/6 da 3). Coach: Lazovski.
Italia: Gorini (0/1), Sottana 11 (5/11, 0/6), Zandalasini 8 (4/5, 0/6), Dotto 7 (2/6, 1/1), Masciadri, Formica 2 (1/2), De Pretto 2 (1/2), Crippa 7 (2/2, 1/5), Bestagno 2 (1/1), Cinili 12 (4/8, 1/2), Andre 10 (5/7), Kacerik ne. Coach: Crespi
T2P: Macedonia 15/46; Italia 25/45.
T3P: Macedonia 5/16; Italia 3/20.
TL: Macedonia 7/13; Italia 2/6.
Rimbalzi: Macedonia 39; Italia 45.
Palle perse: Macedonia 13; Italia 14.
Palle recuperate: Macedonia 5; Italia 5.
Assist: Macedonia 11; Italia 16.

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.