MILANO – Sono stati resi noti oggi, presso la sede di Milano del CONI, i nominativi degli Azzurri che voleranno a Tokyo per le Olimpiadi e Paralimpiadi.

La scelta, come hanno sottolineato i tecnici intervenuti, è stato un momento anche difficile, dovevo escludere atleti meritevoli ma che, per forza dei regolamenti, non possono essere del gruppo. Ed è per questo, sfruttando fino all’ultimo la possibilità concessa dai regolamenti, che in diverse specialità sono stati indicati uno o due nomi in più di quelli che effettivamente gareggeranno.

Per quanto riguarda la Nazionale pro, quella per certi versi più attesa, Davide Cassani alla fine di questi intensi giorni ha deciso di tenere nel gruppo Vincenzo Nibali e di lasciare fuori Davide Formolo.

Per certi versi punta sull’esperienza e sul corridore che, nonostante la sua età, ha fino ad oggi dimostrato di essere ancora la più valida pedina per le corse di un giorno. “Il percorso è duro – ha detto Cassani – non posso rinunciare ad un uomo come Vincenzo, che anche se non dovesse essere in forma quel giorno ha dalla sua tanta esperienza.” Inoltre il messinese ha un conto aperto con le Olimpiadi. A Rio sembrava destinato ad un finale da protagonista, nella fuga decisiva. Poi la caduta e le speranze che svanirono.

Per quanto riguarda le donne, Elisa Longo Borghini potrà contare poco sul gioco di squadra: 4 atlete al via non fanno la differenza. Elisa è l’unica, nei momenti difficili, in grado di contrastare le olandesi, che però restano, al momento, di un altro livello.

Per la pista la situazione maschile è stata incerta fino alla fine. Marco Villa ha dovuto scegliere a fatica di lasciare indietro due pedine fondamentali fino allo scorso anno del quartetto: Scartezzini e Lamon. Saranno riserve; se non succede nulla di eclatante il quartetto che lotterà per una medaglia che manca da tempo sarà composto da Ganna, Milan, Lamon e Viviani. Consonni correrà l’americana con il campione veronese.

Gli Azzurri per Tokyo

Strada Uomini (5 posti)
Alberto Bettiol
Damiano Caruso
Giulio Ciccone
Gianni Moscon
Vincenzo Nibali

Strada donne (4 posti)
Marta Bastianelli
Marta Cavalli
Tatiana Guderzo
Elisa Longo Borghini
Soraya Paladin

Pista Donne (5 posti)
Edoardo Salvoldi: “Ringrazio le atlete che hanno fatto del gruppo in questi mesi, alzando il livello complessivo degli allenamenti, ma che non potrò portare in Giappone.”

Martina Alzini
Elisa Balsamo
Rachele Barbieri
Martina Fidanza
Vittoria Guazzini
Letizia Paternoster

Pista Uomini (5 posti)
“E’ stato duro dover scegliere – ha ricordato Marco Villa – perché abbiamo diversi atleti di livello e la pandemia non ha aiutato ad avere un riferimento in questa stagione. Oltre ai nomi certi di Elia e Filippo ho deciso di confermare i componenti del quartetto che ha incantato lo scorso anno. Tra questi anche Scartezzini e Bertazzo, che rappresentano l’alternativa fino all’ultimo consentito dai regolamenti.

Simone Consonni
Liam Bertazzo
Filippo Ganna
Francesco Lamon
Jonathan Milan
Michele Scartezzini
Elia Viviani

XCO (3 uomini e 1 donna)
“Abbiamo raggiunto il massimo dell’obiettivo prefissato per quanto riguarda gli uomini – ha detto Mirko Celestino – e questo ci ha permesso di portare un talento come Kerschbaumer, una sicurezza come Luca Braidot ed un giovane pieno di grinta come Nadir. Non siamo riusciti a fare altrettanto tra le donne dove abbiamo conquistato un solo posto. Puntiamo sull’esperienza e la capacità di Eva.”

Luca Braidot
Nadir Colledani
Eva Lechner
Gerhard Kerschbaumer

BMX (1 uomini)
Il CT Tommaso Lupi: “Una grande soddisfazione per il movimento. Una qualificazione frutto del lavoro di tutti e che infonde tanto entusiasmo. Giacomo ha l’esperienza necessarie per ben figurare.”

Giacomo Fantoni

Paraciclismo (8 uomini + 3 donne + eventuali wild card)
“Ottenuti 8 pass per gli uomini e 3 per le donne – ha detto Mario Valentini -. Speriamo di poterne ottenere altri 3 per atleti che meritano per quanto fatto quest’anno e in passato.”

Uomini
Paolo Addesi
Fabio Anobile
Paolo Cecchetto
Diego Colombari
Fabrizio Cornegliani
Giorgio Farroni
Luca Mazzone
Federico Mestroni
Michele Pittacolo
Andrea Tarlao

Donne
Katia Aere
Eleonora Mele
Francesca Porcellato
Ana Maria Vitelaru

Sport24h.it nasce dall’idea che ogni disciplina sportiva è portatrice di un sistema di valori, emozioni e linguaggio unici. Contrariamente alla narrazione imperante: non esistono i fatti separati dalle opinioni (in questo ci sentiamo un po’ eretici). La realtà è sempre, inevitabilmente, interpretata dalla sensibilità di chi la racconta.

Commenta