Torneo AusTiger, Italia anche al gran completo perde con la Serbia 65-71

Il CT Sacchetti: “Passo avanti. Peccato per alcuni errori in fasi cruciali”. Domenica 25 agosto sfida alla Francia (9.30 in Italia).

Torneo AusTiger, Italia anche al gran completo perde con la Serbia 65-71

Shenyang. Anche il secondo round va alla Serbia. L’Italia perde 65-71 all’esordio nel torneo AusTiger. Gli Azzurri, che oggi affrontavano i serbi per la seconda volta dopo il match di Atene, hanno dato battaglia agli avversari con ogni mezzo arrivando a sfiorare la vittoria nel finale. Il CT Sacchetti ha ritrovato Gigi Datome e Danilo Gallinari (esordi stagionali) ma in un sol colpo ha perso per la gara di apertura a Shenyang sia Amedeo Della Valle (lieve contrattura muscolare al collo) sia Alessandro Gentile, che ha dovuto lasciare il posto a Giampaolo Ricci poco prima della palla a due per una dorsalgia. Neanche stavolta, dunque, Italia al completo ma deciso passo in avanti rispetto alle ultime uscite. Top scorer di giornata Marco Belinelli con 18 punti. In doppia cifra anche Hackett (15) e Gallinari (11).

Così il CT Meo Sacchetti: “Per competere con queste grandi squadre dobbiamo commettere meno errori nelle fasi cruciali della partita. Alcuni tiri sbagliati e alcuni palloni persi non ci hanno permesso di vincere. Gli innesti di Datome e Gallinari ci hanno dato punti ma anche spirito. Gigi al momento ha nelle gambe dieci o undici minuti ma ha fatto bene, soprattutto in avvio mentre a Gallo manca il ritmo. Normale per entrambi visto che siamo solo alla prima partita. Non ci crucciamo per le assenze: Della Valle e Gentile sono rimasti a riposo precauzionalmente perché non vogliamo rischiare nulla”.  

Marco Belinelli: “Una prova positiva. Gli inserimenti di Datome e Gallinari ci hanno senza dubbio aiutato e ci dispiace per aver sprecato alcune buone occasioni mancando tiri e perdendo palloni che potevamo gestire meglio. La Serbia al momento è una delle squadre più forti al mondo e rimanere in partita contro di loro fino alla fine non è mai semplice. Abbiamo perso ma questa sconfitta è molto diversa da quella di Atene e ci permette di continuare a lavorare per provare a fare meglio”.

Quando si gioca contro un avversario completo come la Serbia, anche il massimo sforzo può non bastare. Djordjevic ha al suo arco infinite frecce e può utilizzarle (o non utilizzarle come fatto con i 222 centimetri di Marjanovic) a piacimento per cambiare il match in ogni momento. La mira degli Azzurri nei primi 5 minuti non è male ma ogni volta, dalla parte opposta, c’è chi mette la tripla (Bogdanovic su tutti) o raccoglie un rimbalzo (19-11 dopo 20 minuti). Con questi presupposti, l’Italia mostra un profilo meno contratto di quello greco e prova a giocarsela con i suoi assi. Daniel Hackett va in doppia cifra già prima dell’intervallo; Datome al rientro mette 7 punti (i primi 5 consecutivi in avvio) e Belinelli fa 9. Solito super lavoro per Biligha e Tessitori (rispettivamente 2 e 3 falli) sotto le plance. Che l’Italia sia sulla buona strada, si percepisce fin da subito: qualche palla persa di troppo e qualche tiro che potrebbe entrare e non lo fa, ma nel complesso Azzurri presenti eccome. Intervallo sul 34-47. Il 14-12 con cui i ragazzi di Sacchetti vincono poi il terzo quarto significa 48-59 dopo 30 minuti. Da segnalare la tripla pesante di Ariel Filloy per il momentaneo -8 (48-56).

In avvio di ultima frazione la Serbia strappa ma innesca il momento magico dell’Italia, che con grinta e determinazione piazza un tremendo 17-0 che vale addirittura il sorpasso (65-64). Davvero un peccato non aver completato l’opera nei secondi finali. La Serbia si aggrappa a Milutinov e riesce a chiudere a proprio favore (65-71).

Gli Azzurri torneranno in campo domenica 25 agosto contro la Francia alle ore 9.30 italiane. Chiusura del torneo contro la Nuova Zelanda ad Anshan il 26 agosto alle ore 13.30 italiane.

Italia-Serbia 65-71 (17-27, 17-20, 14-12, 17-12)

Italia: Belinelli* 18 (2/4, 3/9), Biligha* (0/4), Vitali L. (0/1 da tre), Gallinari 11 (3/6, 1/6), Hackett* 15 (1/3, 4/6), Filloy 3 (0/1, 1/4), Brooks* 6 (3/3, 0/3), Tessitori 2, Ricci ne, Abass 3 (1/6, 0/1), Sacchetti B. (0/1 da tre), Datome* 7 (1/2, 1/3). All: Sacchetti R.

Serbia: Simonovic 6 (1/1, 0/1), Bogdanovic* 15 (2/4, 3/8), Bjelica* 8 (0/1, 2/5), Lucic ne, Raduljica 4 (2/2), Bircevic* 3 (0/1, 1/1), Jokic 5 (2/4, 0/2), Milutinov* 10 (4/6), Micic 1 (0/4, 0/1), Guduric 8 (2/6, 1/3), Jovic* 11 (1/2, 3/6), Marjanovic ne. All: Djordjevic A.

Tiri da due Ita 11/29, Ser 14/31; Tiri da tre Ita 10/34, Ser 10/27; Tiri liberi Ita 13/17, Ser 13/20. Rimbalzi Ita 32 (6 Gallinari, Abass), Ser 40 (7 Milutinov). Assist Ita 10 (3 Hackett), Ser 15 (3 Micic).

Fallo tecnico a Raduljica (28-42). Fallo antisportivo a Jokic (37-52).

Spettatori: 2.000

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.