Torneo AusTiger: Italia-Nuova Zelanda 82-88, una brutta sconfitta

I 22 punti di Gallinari non bastano per evitare la terza sconfitta al Torneo cinese contro una squadra che in altri tempi non avremmo avuto difficoltà a superare con le seconde linee.

Torneo AusTiger: Italia-Nuova Zelanda 82-88, una brutta sconfitta

Anshan. La sconfitta contro la Nuova Zelanda (82-88) che chiude il Torneo AusTiger e la preparazione Azzurra alla FIBA World Cup fa male. Dopo le prestazioni di livello contro Serbia e Francia, l’Italia inciampa nell’undicesima e ultima amichevole prima dell’esordio mondiale (31 agosto contro le Filippine). Lo score di questa preparazione non è esaltante: ci ricordiamo solo i successi nel torneo in Trentino, mentre in Grecia e Cina solo sconfitte.

Fa male questa contro la Nuova Zelanda per diversi motivi. Il primo è che non si vedono passi avanti ma, come il gambero, due indietro. Fa male perché perdere contro i kiwi nel rugby ci può anche stare, ma prendere schiaffi a pallacanestro, contro una squadra che qualche anno fa avremmo battuto anche con le seconde linee è veramente mortificante.

La Nazionale si sposterà domani in giornata a Foshan con un volo da Shenyang a Guangzhou. Il CT Sacchetti ha deciso di portare con sé tutti i 14 atleti attualmente a sua disposizione, scegliendo così di effettuare gli ultimi due “tagli” il 29 agosto, due giorni prima dell’inizio della competizione iridata.

“Abbiamo sofferto la loro aggressività e il loro tiro da tre senza riuscire a bloccarlo. Abbiamo avuto sprazzi ma la costante è che ci manca sempre la lucidità nei minuti finali. La preparazione non è finita nel modo in cui volevamo. Buone gare con Serbia e Francia ma oggi un passo indietro. Spero che questo ci serva per cercare di capire dove migliorare. Andiamo a Foshan in 14 perché come è successo spesso in questa estate gli infortuni sono dietro l’angolo”.

Così Danilo Gallinari: “E’ stata difficile fin dall’inizio. La Nuova Zelanda ha giocato ad un ritmo molto più alto del nostro. Non siamo riusciti a pareggiare la loro intensità e sono stati bravi a sfruttare la loro arma principale che è il tiro da tre. Aver giocato tornei di altissimo livello è stato importante per noi. Ora inizia il Mondiale e faremo tesoro di queste serate”.

La Nuova Zelanda è la squadra più “sacchettiana” incontrata finora. I Tall Blacks corrono forte e tirano bene, sicuramente meglio degli Azzurri che a fine primo tempo fanno registrare un pesante 0/10 al tiro da tre. Il 9/16 degli avversari, sempre da dietro l’arco, dipinge il divario dei 20 minuti iniziali (37-46). Il ritmo incessante dei neozelandesi mette in difficoltà gli Azzurri, che raramente trovano le chiavi per arginare la verve bianconera. È uno dei primi tempi più complessi di questa preparazione. Lo spogliatoio è salutare: a testa bassa e giocando un buon basket, l’Italia cambia marcia e in 5 minuti riprende il match. Alessandro Gentile (9 punti nel quarto) e Gallinari sono i finalizzatori della sfuriata che riacciuffa la Nuova Zelanda già al 26esimo (53-53). Brooks trova i guizzi per il sorpasso (57-56) ma a fine terza frazione siamo ancora sotto (61-64). Nell’ultimo quarto l’Italia non molla la presa e ricuce fino al -4 (78-82) ma la spinta si esaurisce sul più bello e la Nuova Zelanda approfitta per chiudere 88-82. Le statistiche segnano 26/46 da due e 3/23 da tre contro il 15/30 avversario: una delle chiavi di lettura di una serata storta. Da domani, le gare avranno un peso specifico diverso e partite come questa saranno un ottimo bagaglio di esperienza. Contro la Nuova Zelanda fuori dai 12 Daniel Hackett per riposo precauzionale e Brian Sacchetti per rotazione.

Italia-Nuova Zelanda 82-88 (14-26, 23-20, 24-18, 21-24)

Italia: Della Valle (1/2, 0/1), Belinelli* 19 (3/6, 2/6), Gentile 17 (7/14, 0/1), Biligha 2 (1/1), Vitali L.* 2 (1/2, 0/1), Gallinari* 22 (7/8, 0/3), Filloy 3 (0/1, 1/5), Brooks* 8 (4/5, 0/1), Tessitori ne, Ricci ne, Abass 3 (1/5, 0/3), Datome* 2 (1/2, 0/2). All: Sacchetti R.

Nuova Zelanda: Webster T.* 8 (2/8, 0/2), Delany 5 (2/2, 0/1), Ili (0/2), Kenny ne, Webster C. 21* (3/7, 4/9), Abercrombie* 8 (0/1, 2/4), Loe* 6 (0/2, 2/2), Smith-Milner 6 (0/1, 2/3), Ngatai 8 (1/1, 2/2), Rusbatch 11 (1/1, 3/5), Pledger 4 (1/1), Fotu 11* (4/6, 0/2). All: Henare P.

Tiri da due Ita 26/46, Nzl 14/32; Tiri da tre Ita 3/23, Nzl 15/30; Tiri liberi Ita 21/25, Nzl 15/18. Rimbalzi Ita 37 (8 Brooks), Nzl 35 (6 Fotu, Loe). Assist Ita 8 (2 Vitali, Gallinari), Nzl 18 (6 Webster T., Webster C.).

Spettatori: 2.000

Arbitri: Sasa Maricic (Ser), Xing Jin Ming (Cin), Nicolas Maestre (Fra)

Abbonati qui a Express VPN, ottieni il 30% di sconto

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.