Il nono turno ha riportato agli onori della cronaca l’olandese Anish Giri che ha superato Wang Hao, salendo così al secondo posto della generale alle spalle di Nepomniachtichi, autore anche oggi di una patta contro il connazionale Grischuk.

“Una partita molto, molto buona. È riuscito a mettere in mostra tutti i suoi punti di forza sia in termini di pianificazione che di una piccola idea nell’apertura con h3”, ha detto il campione del mondo Magnus Carlsen, che commenta dal vivo le partite sulla sua piattaforma online.

In altre partite Alekseenko-Caruana è terminata in parità dopo che l’italo americano ha sprecato una posizione leggermente favorevole. Nel centro di partita Fabiano è sembrato mancare di coraggio e portare alle estreme conseguenze una posizione complessa che avrebbe potuto risolvere a suo favore, anche per il vantaggio netto che aveva di tempo.

Analogo destino quello che ha segnato la partita del numero tre al mondo, il cinese Ding Liren, contrapposto al francese Vachier-Lagrave. Quest’ultimo per buona parte del match è stato dato per perdente e invece è riuscito ad uscire con abilità dalla posizione difficile, evitando la seconda sconfitta consecutiva.

Anish Giri – Wang Hao (1-0)

Nella partita tra Anish Giri e Wang Hao, è stata giocata una versione classica dell’apertura catalana. Il bianco ha esercitato subito una buona pressione sulla posizione dell’avversario. Wang Hao ha cercato di difendersi in modo creativo, tuttavia, il nero non è riuscito a creare contromisure più o meno serie.

Nella conferenza stampa di fine partita, è emerso che i grandi maestri erano diversi nella valutazione della posizione: Giri credeva di avere solo un vantaggio minimo, mentre Wang Hao non vedeva buoni continuativi per se stesso.

Secondo i motori di analisi, però, la verità era una via di mezzo, ma il pessimismo ha giocato uno scherzo crudele al gran maestro cinese. Ha indebolito con noncuranza il suo lato re e presto si è trovato sotto attacco sulla lunga diagonale. Giri a quel punto ha giocato con precisione portando a casa la vittoria alla 39^ mossa.

Kirill Alekseenko – Fabiano Caruana (½ – ½)

Seconda partita con i bianchi per il giovane Gran Maestro russo Kirill Alekseenko e, come nella partita vittoriosa contro Grischuk, ha aperto di Re entrando presto nel Giuoco Piano. Alekseenko, che evidentemente aveva preparato accuratamente la partita, ha dimostrato una preparazione interessante esponendosi al sacrificio di due pedine.

Caruana, però, ha mostrato una ragionevole cautela, accettando solo un pedone per poi riconsegnarlo quanto prima, in cambio di una posizione più sicura. In conferenza stampa Kirill ha ammesso di aver sottovalutato la mossa 14. … c2.

Da parte sue Fabiano non ha mai valutato la cattura in b2 perché gli è sembrata troppo pericolosa. “Ho cercato di stabilizzare la posizione; sembrava pericoloso per il nero, ma anche il bianco aveva i suoi problemi ”, ha dichiarato Fabiano.

Oggi, per il decimo turno, si riparte come sempre alle ore 13.

Classifica

Qui la diretta in italiano da chess24italian

Caruana vs Ding – Il numero 3 del mondo è uno dei pochi giocatori che può vantare un bilancio positivo nei confronti di Fabiano Caruana: 3 vittorie contro 2 sconfitte e 5 patte. All’andata dello scorso anno successo per Ding Liren.

Vachier Lagrave vs Giri – L’olandese, forte anche del successo del nono turno, proverà ad allungare in classifica contro uno delle sue “vittime” preferite. Il bilancio tra i due lo vede in vantaggio 4 a 3 e ben 24 patte. Giri appare lanciato, mentre Maxime sembra un po’ appannato dopo la sconfitta in apertura del Torneo contro Caruana e il pareggio, recuperato dopo una maratona di oltre 80 mosse contro Ding.

Wang vs Grischuk – Sono sicuramente i meno brillanti di questa fase. Wang è stato sconfitto nel nono turno da Giri, Grischuk viene da due pareggi. Il bilancio complessivo tra loro è di 2 vittorie a 1 per il cinese e 6 pareggi.

Nepomniachtichi vs Alekseenko – Si sono incontrati per la prima volta in una partita a cadenza classica lo scorso anno nell’andata del Torneo. E’ finita in parità dopo 40 mosse.

Anish Giri. PHOTO: Lennart Ootes

Avatar
Sport24h.it nasce dall’idea che ogni disciplina sportiva è portatrice di un sistema di valori, emozioni e linguaggio unici. Contrariamente alla narrazione imperante: non esistono i fatti separati dalle opinioni (in questo ci sentiamo un po’ eretici). La realtà è sempre, inevitabilmente, interpretata dalla sensibilità di chi la racconta.

Commenta