Torneo di Tbilisi: Georgia a terra, l’Italia vola

Vince l’Italia: battuta anche la Georgia (87-67, 18 Gentile). Pianigiani: “Buona partita. Ora 6 gare in 15 giorni per essere pronti contro squadre più forti”.

Tbilisi – Un’Italia bella e concreta batte la Georgia 87-67 e vince la “Tbilisi City Hall Cup” con tre vittorie in altrettante gare mettendo a segno sempre più di 80 punti. Contro i padroni di casa arriva un’altra prestazione convincente, costruita punto per punto con dedizione difensiva e grande scioltezza in attacco. Superato a pieni voti anche l’ultimo test prima del rientro in Italia. Miglior marcatore Alessandro Gentile con 18 punti.

“Oggi abbiamo disputato una buona partita – ha commentato il CT Simone Pianigiani –. Ora ci aspettano altre 6 partite in 15 giorni per provare ad essere pronti per squadre più forti”.

Tanta Italia nella Georgia: da Shermadini (Cantù) a Markoishvili (Treviso e Cantù), da Metreveli (Rimini, Siena, Ferentino, Sassari, Napoli, Omegna e Roseto) a Pullen (Biella, Virtus Bologna e Brindisi) e Sanikidze (Virtus Bologna, Siena). A disposizione di coach Kokoskov anche i centimetri e il talento di Zaza Pachulia, centro NBA appena trasferitosi da Milwaukee a Dallas. Con Marco Cusin a riposo precauzionale, fuori dalle rotazioni stasera anche Giuseppe Poeta, Amedeo Della Valle e Davide Pascolo.

Dopo aver sbagliato i primi 4 tiri della gara, gli Azzurri ingranano la marcia e macinano gioco con carisma e personalità. La Georgia, spinta dal numerosissimo pubblico, allunga grazie ai punti di Pachulia e Markoishvili ma è solo un fuoco di paglia. L’Italia accorcia le distanze, sorpassa con Hackett e si allontana con la bomba di Melli a fine primo quarto (25-22). Nella seconda frazione, dopo la scossa da 6-0 (9-0 complessivo) targata ancora Hackett e Datome, esplode Alessandro Gentile, che segna 13 punti nel quarto facendo schizzare gli Azzurri anche sul +12 (47-35 con un pesante 2/2 da tre di Aradori). Davvero un peccato la tripla da distanza siderale di Tsintsadze sulla sirena. Si va al riposo lungo con l’Italia al comando 52-40.

Autoritario anche l’avvio del secondo tempo, con l’8-2 che vale il +18 (60-42) dopo appena 2 minuti. Col passare dei secondi la gara si innervosisce anche grazie a qualche fischio “casalingo” della terna arbitrale. Nessun problema per gli Azzurri, che con calma gestiscono la pressione e staccano ancora la Georgia sul 71-56 a fine terzo quarto con le triple di Gentile e Hackett.

Ad inizio ultima frazione arrivano anche i primi due punti del match di Belinelli, che valorizza una palla recuperata in difesa con un tuffo: è l’ennesimo segnale di una squadra che non vuole accontentarsi e, anzi, stringe sempre di più le maglie sotto il proprio tabellone.

Le bombe di Gallinari e Hackett domano la Georgia a metà frazione (+20, 79-59) e il match è finalmente indirizzato per il verso giusto. Nessun cedimento nei rimanenti 4 minuti; si combatte fino in fondo per fare tesoro di ogni possesso. Il finale è 87-67: l’Italia vince incontro e torneo.

Gli Azzurri lasciano dunque Tbilisi con tre vittorie in altrettante partite ma soprattutto con la consapevolezza di aver messo un altro mattone importante nella costruzione di quella che dovrà essere la squadra a Berlino.

Nel match pomeridiano l’Estonia ha conquistato i primi punti del torneo battendo la Lettonia nel derby baltico col punteggio di 70-69. (14 Kangur). Per i lettoni a riposo Janicenoks e Bertans.

Gli Azzurri faranno rientro in Italia, a Trieste, nella giornata di domani lunedì 17 agosto. 

Il tabellino
Georgia-Italia 67-87 (22-25, 18-27, 16-19, 11-16)
Georgia
: Pullen 5 (2/6), Metreveli, Phkhakadze, Pachulia 21 (6/12), Tsintsadze 14 (5/5, 1/4), Shermadini 5 (1/1), Sanadze (0/1, 0/3), Markoishvili 9 (3/5 da tre), Patsatsia 3 (1/2), Sanikidze 8 (4/5, 0/1), Burjanadze 2 (1/3), Lezhava ne. All: Kokoskov
Italia: Belinelli 2 (1/3, 0/3), Aradori 8 (1/2, 2/3), Gentile 18 (4/4, 2/3), Vitali 2 (1/1), Gallinari 17 (4/5, 2/2), Bargnani 11 (3/6, 1/3), Datome 15 (5/7, 1/1), Cervi, Melli 3 (1/1 da tre), Cinciarini (0/1, 0/1), Hackett 11 (1/1, 3/5), Polonara ne. All: Pianigiani.

 

Tiri da due: Ita 20/30, Geo 20/35; Tiri da tre: Ita 12/22, Geo 4/13; Tiri liberi: Ita 11/14, Geo 15/24.
Rimbalzi Ita 22, Geo 27. Assist Ita 20, Geo 15.

 

Estonia-Lettonia 70-69 (19-19, 21-17, 13-16, 17-17)
Estonia: Veideman 5, Dorbek G. 2, Sokk 4, Talts 13, Arbet 3, Keedus 6, Vene 19, Toome 2, Kangur 14, Hallik ne, Dorbek M. 2. All: Sokk
Lettonia: Mejeris 11, Freimanis 6, Blums 6, Timma 6, Strelnieks 6, Berzins 2, Rozitis 1, Vecvagars 7, Karlis, Meiers 18, Laksa 6. All: Bagatskis

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.