Torneo di Trieste, l’Italia comincia bene 74-71 con il Canada

Torneo di Trieste, l’Italia comincia bene 74-71 con il Canada
datome contro ucraina

Gigi Datome, anche contro il Canada nel Torneo di Trieste è stato il grande trascinatore

L’Italia batte il Canada 74-71 nella prima gara del torneo di Trieste e mette un’altra piccola pietra nella struttura che sta costruendo Pianigiani in previsione delle qualificazioni di Eurobasket 2015. Per gli Azzurri, infatti, si tratta della nona vittoria in dieci partite giocate in questa estate, la sesta consecutiva. Una prestazione convincente ottenuta contro una squadra di livello formata da ben 5 giocatori NBA. Sotto anche di 10 punti nel primo tempo, l’Italia ha reagito, è tornata in vantaggio e ha poi domato il ritorno del Canada con un finale in crescendo. Da segnalare i 22 punti di Gigi Datome, vero trascinatore in questa fase della Nazionale (spesso tra i top scorer) e nell’occasione che ha ricordato agli avversari di essere anche lui un “nba”.
“E’ stata una partita dura per noi – commenta il CT Simone Pianigiani –. All’inizio abbiamo dovuto pareggiare la loro aggressività e il loro atletismo. Siamo andati un po’ in ansia a abbiamo pagato con qualche errore di troppo che ci ha fatto perdere fiducia. Questo è un gruppo che ci tiene e che ha bisogno di autoalimentare la propria fiducia. L’aspetto positivo di questa serata, oltre alla vittoria, è stata la voglia di recuperare con la difesa e con la faccia giusta nel secondo tempo. Un altro finale punto a punto che mi auguro ci dia ancora maggiore fiducia nei nostri mezzi. Non siamo una squadra che può dare 20 punti agli avversari ma se arriviamo a giocarcela fino alla fine possiamo sempre dire la nostra”.
Match spigoloso per gli Azzurri, che trovano un avversario in grado di opporre talento, fisicità e tiro da fuori. Cinque giocatori NBA (Joseph di San Antonio, Nicholson di Orlando, Olynyk di Boston, Powell di Cleveland e Sacre di Los Angeles) e diversi prospetti dal college: è il Canada di coach Jay Triano e di Maurizio Gherardini. Certamente tra le squadre più dotate incontrate finora dai ragazzi di Pianigiani. Il primo quarto scorre lento da entrambe le parti, con diversi errori in alcuni casi anche banali. La difesa Azzurra è messa a dura prova ma regge e trova in Cusin il totem a cui aggrapparsi. Le bocche da fuoco stentano a trovare le misure al canestro e la frazione va in archivio sul 19-18 per i canadesi, che allungano invece nel secondo parziale trovando anche il +10 (39-29). La reazione arriva puntuale e si estende tra la fine del primo tempo e l’inizio del terzo quarto, quando Datome e compagni piazzano un parziale di 15-0 rimettendo la testa avanti (44-39 al 23esimo). La difesa forte costringe i canadesi a rimanere a secco per 7 minuti, 5 nella terza frazione, e le palle rubate innescano le ripartenze che esaltano il PalaTrieste. Con l’inerzia della sfida dalla propria parte, gli Azzurri riescono a gestire il ritorno avversario chiudendo avanti 52-48 all’ultima mini sirena.
Tanta potenza in campo negli ultimi 10 minuti per il Canada, che con Olynyk e il neo Virtus Roma Ejim prova a rientrare (nordamericani fino a -2). Pianigiani ottiene buone risposte da tutti gli effettivi schierati ottenendo la prestazione corale che ormai è il marchio di fabbrica del gruppo. A turno gli Azzurri si ritagliano il proprio spazio: dalle stoppate di Cusin alle fiammate di Vitali e ai numeri sempre alti di Aradori e capitan Datome. Quando il Canada sembra a un passo dal pareggio ecco l’esplosione di Andrea Cinciarini, che con 5 punti consecutivi trascina la squadra al 65-56. Il Canada non molla e arriva dunque un finale punto a punto in cui emerge l’esperienza fatta dagli Azzurri nelle gare di Sarajevo e Skopje. Decisiva a 21 secondi dall’ultima sirena la tripla frontale di capitan Datome (70-65), poi Aradori e Ale Gentile la chiudono dalla lunetta.
Nel pomeriggio la Serbia ha battuto la Bosnia Erzegovina 82-69.
Domani gli Azzurri torneranno in campo contro la Bosnia Erzegovina alle 20.30 (diretta Raisport2). Il torneo si chiuderà martedì contro la Serbia, sempre alle 20.30 (diretta Raisport2).

Il tabellino
Italia-Canada 74-71 (18-19, 33-39, 52-48)
Italia: Gentile 12 (3/10, 0/2), Vitali 6 (3/3), Poeta 2 (0/1 da 3), Cusin 4 (1/4), Datome 22 (5/6, 3/6), Cervi 2 (1/1), Magro ne, Cinciarini 10 (2/7, 2/3), Gentile S. (0/2, 0/2), Moraschini (0/1), Pascolo, Vitali M. ne, Della Valle ne, Aradori 16 (4/10, 1/2), Polonara (0/1, 0/1). Allenatore: Pianigiani.
Canada: Ejim 10 (4/6, 0/1), Joseph 16 (6/9, 0/1), Baker, Nicholson ne, English 8 (0/2, 2/4), Shepherd 2 (0/3), Scrubb P. ne, Heslip 9 (3/9 da 3), Olynyk 13 (4/9, 1/4), Powell (0/2), Sacre 7 (3/8), Cadougan 4 (2/7), Klasse ne, Scrubb T. 2 (1/2, 0/1). Allenatore: Triano.
Tiri da due Ita 19/45, Can 20/48. Tiri da tre Ita 6/17, Can 6/20. Tiri liberi Ita 18/25, Can 13/18. Rimbalzi Ita 36, Can 38. Assist Ita 12, Can 10.
Usciti per 5 falli: Shepherd, Powell
Arbitri: Jovicic (Srb), Taurino, Paternicò

Serbia-Bosnia Erzegovina 82-69 (23-19, 41-29, 65-50)
Serbia: Teodosic 19, Micov 2, Micic ne, Bogdanovic B. 7, Bjelica 9, Markovic 14, Kalinic , Radulijca 9, Katic ne, Stimac 8, Simonovic, Mitrovic, Nedovic 4, Bircevic 8, Jovic 2. All: Djordjevic
Bosnia Erzegovina: Pasalic 1, Buza, Stipanovic 8, Sutalo 6, Glogovac ne, Gordic 7, Kikanovic 10, Teletovic 19, Halilovic ne, Mitrovic 11, Milosevic 4, Vrabac ne, Albijanic 3. All: Ivanovic
Arbitri: Bartoli, Cerebuch, Sahin

Lascia il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.