Tre giorni di Toscana: trionfo azzurro

Al termine della “3 giorni di Toscana” Laura Scaravonati (Forestale) e Giaime Origgi (IKPrato) si sono confermati atleti in grado di lottare per una medaglia mondiale. I risultati raccolti negli ultimi giorni testimoniano come il movimento azzurro della Mtb-Orienteering sia tornato a livelli importanti; segnali positivi in vista del Campionato iridato in programma a Vicenza a fine agosto.
La competizione toscana era articolata in 3 prove: Sprint, Middle e Long. Gli azzurri sono riusciti a centrare due vittorie rispettivamente con Scaravonati ed Origgi; un bottino di tutto rispetto per la rappresentativa azzurra visto l’alto livello della competizione che  ha registrato al via i migliori del lotto internazionale giunti in Italia per prendere confidenza con i nostri terreni.
La cremonese tesserata Forestale, ha centrato un 5° posto nella sprint notturna, valida come WRE e Coppa Italia a Castel Fiorentino (FI). Hanno quindi fatto seguito un argento, alle spalle della fortissima Christine Shaffner nella prova Middle di Baccaiano (FI) e una vittoria assoluta nella long distance di Castelfiorentino (FI) con il tempo di (1h:12′:32″), lasciandosi alle spalle la favorita Christine Schaffner, arrivata sul traguardo con un ritardo di 3′ dall’azzurra.
Risultati di rilievo che riportano Laura Scaravonati nell’olimpo della MTB-O internazionale dopo il brutto infortunio 2010.
Nella tre giorni di gare, da segnalare anche il ritorno al successo del brianzolo tesserato IKP Prato, Giaime Origgi, nella prova sprint notturna a cui ha fatto seguito un 5° posto nella Middle a soli 44” dal vincitore. Risultati che sembrano essere la giusta chiave di svolta ad un inizio di stagione alquanto sfortunato.
Segnali positivi arrivano anche  dal movimento giovanile. Marco Guizzardi ha infatti ottenuto la miglior prova fra gli Junior in gara, pur avendo corso in elite.
Luci ed ombre sulla prova di Milena Cipriani, che ha chiuso la prova Middle con un tempo di 1 ora circa, piazzandosi quindi al 5° posto, poco più dietro Stella Varotti (9^ in 1h:04″) incappata in un errore da 7′. Per Guizzardi un brillante 51’ 55”.
Uno sguardo va quindi al resto del mondo con la Repubblica Ceca a fare la voce grossa in ME. Pospisek, Svoboda e Lagika hanno infatto occupato i primi 3 gradini del podio della Middle. 4° il russo Gritsan. Un percorso di 15,6 km volato in 49′.
Parla ceco anche il movimento femminile con Tichovska, diretta avversaria di Laura Scaravonati, capace di coprire i 12,6 km in 49′:50″, un tempo che ha fatto impallidire molti atleti maschi. (com stampa)

Lascia un commento

La tua email non apparirà

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.