Un po’ di sorpresa la regalano i campionati italiani a cronometri di ciclismo che si sono celebrati ad Imola. Piccola, se si conosce la storia di questo sport e gli ultimi ordini di arrivo delle prove a cronometro degli ultimi anni.

Matteo Sobrero, ed è questa la sorpresa, è il nuovo campione italiano crono uomini Elite. Ha battuto Edoardo Affini e Mattia Cattaneo. Solo quarto, udite udite, addirittura il campione del mondo Filippo Ganna.

Il portacolori del team Astana – Premier Tech, ha conquistato la maglia Tricolore con il tempo di 58’40″61 alla media oraria di 46.73 km/h. Per il piemontese, già Tricolore a cronometro tra gli Under 23 due anni fa, nell’anno in cui sulle strade romagnole vinse anche la Strade Bianche di Romagna, altra gara organizzata dal gruppo ExtraGiro.

Fuori dai migliori 3 tempi del primo rilevamento, quando a segnare il miglior primo intertempo è stato Filippo Ganna con 20″ di vantaggio su Mattia Cattaneo, seguito da Edoardo Affini a 21″, Sobrero è riuscito a colmare il gap nel secondo intertempo, anche grazie ai primi due strappi affrontati dai corridori sul percorso.

Transitato infatti al secondo intertempo con 1″66 su Ganna e 5″54 su Affini, Sobrero ha continuato a incrementare il suo vantaggio sull’ultimo strappo, andando così a conquistare la Maglia Tricolore Uomini Elite a cronometro.

Nessuna sorpresa invece tra le donne elite: Elisa Longo Borghini si è confermata la più forte del lotto, portando a casa la sua 5^ maglia tricolore nella specialità.

Prova della lunghezza di 33.3 km che partiva da Faenza, Piazza della Libertà per tornare sempre a Faenza in Piazza del Popolo. Percorso impegnativo con 395m di dislivello con due salite, Rocca di M.Poggiolo e Cima Sabbioni, che hanno fatto da rampa di lancio per la piemontese, che ha confermato il successo del 2020. Secondo posto per Soraya Paladin (Liv Racing) a 1’11’’, terza Tatiana Guderzo (Fiamme Azzurre) a 1’58’’.

ORDINE D’ARRIVO

DONNE ELITE
1. Elisa Longo Borghini (G.S. Fiamme Oro) 33.3 km in 47’17″41 alla media di 42.25 km/h
2. Soraya Paladin (Liv Racing) a 1’11’’
3. Tatiana Guderzo (G.S. Fiamme Azzurre) a 1’58’’
4. Elena Cecchini (G.S. Fiamme Azzurre ) a 2’25’’
5. Sofia Bertizzolo (G.S. Fiamme Oro) a 2’50’’
6. Vittoria Bussi (Open Cycling Team ) a 2’56’’
7. Federica Damina Piergiovanni (Valcar – Travel & Service) a 3’09’’
8. Elena Pirrone (G.S. Fiamme Oro) a 3’16’’
9. Debora Silvestri (Top Girls – Fassa Bortolo) a 3’48’’
10. Letizia Paternoster (G.S. Fiamme Azzurre) a 3’57’’

UOMINI ELITE
1. Matteo Sobrero (Astana-Premier Tech) km 45,7 in 58’40″61 alla media oraria di 46.73 km/h
2. Edoardo Affini (Jumbo Visma) a 25″40
3. Mattia Cattaneo (Deceuninck-Quickstep) a 41″14
4. Filippo Ganna (Ineos Grenadiers) a 52″66
5. Fabio Felline (Astana-Premier Tech) a 2’20″
6. Samuele Rivi (Eolo-Kometa) a 3’26″
7. Antonio Tiberi (Trek-Segafredo) a 3’46″
8. Kevin Colleoni (Team Bikeexchange) a 4’15″
9.Simone Bevilacqua (Vini Zabù) a 5’27″
10. Davide Bais (Eolo-Kometa) a 5’50″

Sport24h.it nasce dall’idea che ogni disciplina sportiva è portatrice di un sistema di valori, emozioni e linguaggio unici. Contrariamente alla narrazione imperante: non esistono i fatti separati dalle opinioni (in questo ci sentiamo un po’ eretici). La realtà è sempre, inevitabilmente, interpretata dalla sensibilità di chi la racconta.

Commenta