ALPE CIMBRA (TN) – Alla vigilia della trasferta olimpica, Folgaria ospita per il secondo anno i Campionati italiani assoluti di Ginnastica Ritmica e i Campionati nazionali d’Insieme in programma al Palazzetto dello Sport dal 2 al 4 luglio. L’evento clou della stagione dei piccoli attrezzi richiama le migliori ginnaste provenienti da ogni parte del Paese per la conquista dei titoli 2021 con pubblico nuovamente in presenza, al 25% della capacità della struttura. Diretta delle gare sul Canale YouTube di Federginnastica e di gazzetta.it

L’appuntamento è stato presentato oggi dall’Assessore provinciale al turismo e sport Roberto Failoni, dal Consigliere della Federazione Italiana Ginnastica Franco Mantero, dalla Delegata FGI per il Trentino Michela Baroni e dai vertici dell’APT Alpe Cimbra con il Presidente Nicola Port e la direttrice Daniela Vecchiato.

Tra le individualiste al Palaghiaccio rivivremo l’avvincente sfida tra Alexandra Agiurgiuculese, tricolore nel 2019, e la campionessa in carica Milena Baldassarri. Un duello che lo scorso anno si risolse a vantaggio di quest’ultima dopo un errore della prima proprio all’ultimo attrezzo delle quattro canoniche rotazioni con palla, cerchio, clavette e nastro. La coppia del Gruppo Sportivo dell’Aeronautica Militare, reduce dall’ottima prestazione in maglia azzurra nell’Egyptian Pharahos Cup a Il Cairo, in preparazione per i Giochi Olimpici di Tokyo, conquistati da entrambe nella rassegna iridata di Doha 2019, dovrà guardarsi le spalle dall’arrembante Sofia Raffaeli, l’astro nascente marchigiano, protagonista in Coppa del Mondo a Sofia, in Bulgaria, Tashkent, Baku e Pesaro e che lo scorso anno, nell’impianto trentino, si era presentata tra le senior, a sedici anni, con un bronzo nel concorso generale e un oro alle clavette. Occhio però alle altre possibili outsider, a cominciare da Sofia Maffeis (Polisportiva Varese) ed Eleonora Tagliabue (San Giorgio ’79 Desio), già convocate dalla DTN Emanuela Maccarani in occasione di World Cup e tornei internazionali di grande valore e prestigio. Non mancherà lo spettacolo neanche sul fronte dei gruppi. Gli Insiemi societari, sull’esempio delle nostre farfalle, d’oro e d’argento ai recenti Europei di Varna, si contenderanno i titoli delle categorie Allieve, Giovanile ed Open, che nel 2020 andarono, rispettivamente, alla Raffaello Motto, alla Faber Fabriano e all’Aurora Fano.

Grande attesa anche per le esibizioni delle Farfalle della Squadra Nazionale, allenate da Emanuela Maccarani. Negli intervalli del lunghissimo programma di questa tre giorni nell’Alpe Cimbra utile anche per definire le gerarchie e preparare le convocazioni ufficiali in chiave olimpica, attese dal Coni entro il 5 luglio, Alessia Maurelli, Martina Centofanti, Agnese Duranti, Martina Santandrea e Daniela Mogurean, con le riserve Laura Paris, Alessia Russo e Talisa Torretti, si esibiranno nei due esercizi ufficiali con le 5 palle e i 3 cerchi e 4 clavette con i quali tenteranno il loro assalto al podio giapponese, ad inizio agosto.

Il via al programma di gare venerdì 2 luglio alle 16 al Palaghiaccio di Folgaria con il Concorso Generale valido per il Campionato nazionale d’Insieme Allieve la cui finale è prevista verso le ore 18 e a seguire la premiazione.

Sabato 3 luglio le competizioni riprendono al mattino (ore 9.00) con il Concorso Generale del Campionato nazionale d’Insieme Giovanile. Nel pomeriggio dalle 14.15 il via al Concorso Generale del Campionato nazionale d’Insieme Open e alle 19.15 il Concorso Generale del Campionato italiano assoluto. In serata, alle 21.45 le premiazioni e la designazione delle atlete finaliste. Domenica giornata di finali, a partire dalle ore 10.00, in alternanza per il Campionato nazionale d’Insieme Giovanile, Open, le finali di Specialità e del Campionato assoluto. Alle 13.35 le premiazioni.

Sport24h.it nasce dall’idea che ogni disciplina sportiva è portatrice di un sistema di valori, emozioni e linguaggio unici. Contrariamente alla narrazione imperante: non esistono i fatti separati dalle opinioni (in questo ci sentiamo un po’ eretici). La realtà è sempre, inevitabilmente, interpretata dalla sensibilità di chi la racconta.

Commenta