Tricolori indoor: titoli per Frangilli, Lionetti, Kappa Kosmos e Arcieri Altopiano Pinè

Conclusi i Campionati Italiani Indoor di Padova con l’assegnazione dei titoli italiani assoluti arco olimpico. I match che valevano il tricolore sono stati tutti combattuti e decisi all’ultima freccia.
OLIMPICO MASCHILE – Nel maschile il pluricampione Michele Frangilli (Aeronautica Militare) si è aggiudicato il 7° oro assoluto in carriera, dopo quelli conquistati nel ’97, ’99, ’01, ’02, ’06, ’10. L’aviere di Gallarate ha battuto in finale Matteo Fissore (New Garden Archery Fossano) per 6-5 dopo la freccia di spareggio. Entrambi hanno centrato il 10, ma la freccia dell’azzurro, più vicina alla X, gli ha fatto concludere la stagione indoor nel migliore dei modi.
Frangilli dopo il quarto set era in vantaggio 5-3 e avrebbe potuto portare a casa il tricolore con un 9 o un 10, ma dal suo arco è uscita una freccia che si è stampata sull’8, permettendo a Fissore di portarsi sul 5-5 e di giocarsi lo spareggio.
Un errore che il campione dell’Aeronautica prende con il sorriso: “È stato il primo 8 di tutto il Campionato, compresi i tiri di prova. Fino a quel momento non ero mai andato sotto il 9 – dice l’azzurro, nominato atleta dell’anno Fitarco 2011 –. Insomma, ci può stare di sbagliare una freccia e poi è servita anche per regalare un po’ di spettacolo in più al pubblico presente…”. Per lui adesso ogni pensiero è rivolto all’obiettivo olimpico: “Avevo messo da parte l’attrezzatura utilizzata ai Mondiali di Las Vegas: qui a Padova ho gareggiato con l’arco e le frecce che già sto usando per le lunghe distanze. A breve avremo uno dei raduni nel centro federale di Cantalupa per le selezioni interne. Ogni mio sforzo sarà diretto verso Londra 2012”.
Per il piemontese Matteo Fissore un argento di valore, che arriva dopo un ottimo bronzo nella finale del circuito di Coppa del Mondo Indoor svoltasi a Las Vegas dopo i Mondiali.
Bronzo per l’iridato juniores Luca Maran (Arcieri Varese) che, prima di conquistare il terzo posto ai danni del torinese Luca Melotto (Aeronautica Militare), battuto 6-5 dopo lo spareggio (9-8), aveva sconfitto ai quarti di finale il campione del mondo Marco Galiazzo (Aeronautica Militare) per 6-4.
Nella prova a squadre maschile si aggiudicano il titolo assoluto i trentini del Kappa Kosmos Rovereto, con Amedeo Tonelli, Lorenzo Giori e Raffaele Negri, che hanno avuto la meglio in finale per 229-216 sugli Arcieri Monica, che contavano in squadra su Michele Frangilli (gli azzurri appartenenti ai Corpi Militari hanno il doppio tesseramento per la gara a squadre), Mirko Monti e Rocco Rasulo.
Bronzo per i piemontesi del Sentiero Selvaggio (Melotto, Vieceli, Sagulo) che battono il Castenaso Archery Team (Nanni, Fubiani, Cacciari) 225-219.
OLIMPICO FEMMINILE – Nel femminile sfida firmata Aeronautica tra le azzurre Pia Carmen Maria Lionetti e l’atleta “di casa” Guendalina Sartori. A guadagnarsi il suo 2° titolo italiano assoluto (il precedente nel 2008) è la barlettana Pia Lionetti che, dopo aver vinto sabato anche il titolo di classe seniores, ha superato la Sartori 7-3.
“Sono felice per l’oro e per come ho tirato – dice la Lionetti – Era da un po’ che non mi sentivo così sicura sulla linea di tiro. Ho chiuso la stagione indoor al meglio: sono vittorie che mi danno fiducia in vista delle selezioni per le Olimpiadi. Dopo essere stata titolare a Pechino 2008 voglio esserci anche a Londra”.
Per l’atleta di Monselice (Pd) Guendalina Sartori (oro a squadre ai Mondiali di Torino 2011 dove ha conquistato la carta olimpica per l’Italia insieme a Natalia Valeeva e Jessica Tomasi), si tratta del primo podio individuale ai Campionati Italiani Indoor: “Va bene anche l’argento, visto che non ne avevo mai vinto uno ai tricolori – dice l’atleta dell’Aeronautica –. Forse ho pagato un po’ l’emozione di gareggiare nella mia Padova, perché c’erano tante aspettative sulla mia prestazione. Dopo l’oro a squadre di Torino ho un unico obiettivo: confermarmi e partecipare alle Olimpiadi. Da tempo mi sto dedicando esclusivamente alla realizzazione di questo sogno, tralasciando tutto il resto. Arrivare a Londra varrebbe già una festa”.
Bronzo per Annalisa Agamennoni (Arcieri del Medio Chienti) che supera nella finalina Grazia Pina Monaco (Arco Club Catania) 6-4.
Nella prova a squadre titolo assoluto vinto sul filo di lana dopo la spareggio dagli Arcieri Altopiano Piné (Tomasi, Maccarinelli, Strobbe) che battono il Castenaso Archery Team (Franceschelli, Di Pasquale, Tagliani) 210-210; 28*-28. Entrambe le squadre hanno realizzato 28 allo shoot-off, ma l’ultima freccia delle trentine, più vicina alla X, è valsa il 4° titolo assoluto femminile oltre che il 2° posto nel medagliere per Società (2 ori), dietro all’Aeronautica Militare (3 ori, 1 argento).
Bronzo per il Kappa Kosmos Rovereto (Tonetta, Filippi, Fedrizzi) che supera le torinesi della Iuvenilia (Leonetti, Trapani, Camarca) 226-216. (com stampa)

Lascia un commento

La tua email non apparirà

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.