Tricolori Tiro con l’Arco: è il giorno di Nespoli

Tricolori Tiro con l’Arco: è il giorno di Nespoli
Frangilli e Nespoli in azione

Frangilli e Nespoli in azione

Nello splendido scenario della Rocca dei Tempesta a Noale (Ve) sono stati assegnati i titoli italiani assoluti 2013 di Tiro con l’Arco. Nell’arco olimpico grande spettacolo in campo maschile con Mauro Nespoli e Michele Frangilli, i due atleti dell’Aeronautica Militare campioni a Londra 2012, a fronteggiarsi sulla linea di tiro di Noale in finale. Frangilli parte alla grande e si porta sul 4-0 ma poi subisce la rimonta di Mauro Nespoli che chiude il terzo set 28-25 portandosi sul 4-2 e al quarto con un 10-10-9 pareggia il conto (4-4). Al quinto set regna l’equilibrio, 10-9-8 per entrambi ed è spareggio. La freccia che vale il titolo italiano è quella di Mauro Nespoli che colpisce la X e non lascia scampo all’avversario che non va oltre al sei. L’autore del 10 decisivo per la medaglia d’oro a Londra 2012 la prende con filosofia: “Sono partito bene ma poi ho commesso troppi errori al momento del rilascio – spiega Michele Frangilli -. Mauro ha tirato molto bene e alla fine si è meritato la vittoria.”
Bella soddisfazione per un arciere di rango internazionale come Nespoli che dopo gli importanti successi in maglia azzurra si è regalato il primo Tricolore assoluto in carriera: “Non sentivo bene il tiro e ho avuto molte difficoltà all’inizio anche nei precedenti match a squadre. Michele è abituato a partire bene e quando stavo sotto 4-0 ho fatto un check up mentale per capire quali fossero i miei errori. Ormai non avevo nulla da perdere e sono riuscito a ritrovare le sensazioni giuste. Allo shoot off sapevo che la freccia sarebbe andata nel 10 da come l’ho lasciata. Il pubblico si aspettava di divertirsi ed è stata una finale spettacolare. Questa è una vittoria che mi dà qualche conferma in vista della finale di Coppa del Mondo del prossimo week end. Il lavoro che sto facendo sta pagando e spero che sia fruttuoso anche per il Mondiale. Sono due competizioni internazionali ravvicinate e bisognerà saper gestire le forze come ho cercato di fare qui a Tricolori”.
Doppio successo per Natalia Valeeva del Castenaso A.T., che dopo la vittoria a squadre, si regala il settimo Tricolore individuale assoluto. La veterana azzurra fa sua la finale contro la giovane nazionale Gaia Rota grazie anche ad un primo straordinario parziale di sette 10 in fila. L’atleta degli Arcieri Alto Sebino lotta con punteggi di alto livello ma alla fine si deve arrende all’avversaria che chiude il match 6-0. “Ho fatto solo due 9 e tutti 10? Quanto basta, come si dice in cucina… – sorride la campionessa che andrà ai Mondiali in Turchia insieme a Guendalina Sartori e Claudia Mandia – la mia avversaria è stata brava e credo sia stato decisivo il momento in cui le ha fatto un 29 e io ho risposto con un 30. Questa vittoria significa che mi sto preparando bene per il Mondiale ed ho ancora un po’ di tempo per migliorare. Sono abituata alla pressione di certi eventi e spero che vada nel migliore dei modi”.
Il titolo a squadre maschile, il secondo assoluto dopo quel del 1998, va agli Arcieri D.L.F. Voghera (Nespoli, Mandia, Elentri) che si prendono la finale battendo in un match chiuso all’ultimo respiro 205-204 la Iuvenilia (Tonelli, Zagami, Morello). A completare il podio sono gli Arcieri Varese che ieri avevano conquistato il bronzo.

Primo titolo assoluto a squadre femminile per il Castenaso A.T. che sospinto da Natalia Valeeva, insieme a Carla De Pasquale e Stefania Franceschelli, supera nella finalissima gli Arcieri del Sud (Lionetti, Filannino, Scommegna) 200-192. Il bronzo va alle campionesse uscenti del Kappa Kosmos.

Nel misto si affermano con autorità gli Arcieri Altopiano Pinè (Tomasi, Bertolini) nei confronti del D.L.F. Voghera (Nespoli, Tansella) 142-129. Bronzo per i fratelli Michele e Carla Frangilli degli Arcieri Monica. 
Assegnato anche il titolo misto Juniores agli Arcieri Valli di Non e di Sole (Cavallar, Dalpiaz) che battono gli Arcieri Cormons (Kodermaz, Spessot) 137-125.
TITOLI ARCO COMPOUND 
- Nella finale per il titolo a squadre maschile si impongono gli Arcieri Tre Torri (Laudari, Porta, Vailati) sugli Arcieri del Roccolo (Dragoni, Lodetti, Ferrazzi) 223-212. ieri era stata assegnata la medaglia di bronzo, vinta dal Sentiero Selvaggio (Greco, Fanti, Scollo) sugli Arcieri Montalcino (Bovini, Boccali, Mazzi) 230-227.

Nel femminile medaglia d’oro per gli Arcieri delle Alpi (Foglio, D’Agostino, Peracino) che hanno la meglio nella finalissima sugli Arcieri Tre Torri (Cavalleri, Crespi, Vailati) imponendosi 224-218. Medaglia di bronzo al Casteano A.T. (Franchini, Finessi, Goggioli) che battono gli Arcieri del Torrazzo (Lui, La Bruna, Chiodi) 225-196.

Nel mixed Team si impongono invece i capitolini Arcieri Torrevecchia (Polidori, Anastasio) che battono il Castenaso A.T. (Golfieri, Franchini) 153-143. Bronzo agli Arcieri Tre Torri (Laudari, Crespi) vincenti sugli Arcieri delle Alpi (Chinotti, Foglio) 148-145.

Doppia soddisfazione per Jacopo Polidori (Arcieri Torrevecchia) che dopo l’oro nel misto si guadagna il bronzo contro Pietro Greco (Sentiero Selvaggio) 143-136. 
Successivamente la sfida per il titolo assoluto tra due azzurri che con Sergio Pagni difenderanno i colori italiani ai Mondiali in Turchia l’ultima settimana di settembre. 
Luigi Dragoni (Arcieri del Roccolo) si impone al termine di un match equilibrato su Mauro Bovini (Arcieri Montalcino) 141-138. Per Luigi Dragoni (Arcieri del Roccolo), nato a Busto Arsizio, classe ’83, una stagione in crescendo. Ha indossato con onore in questa stagione la maglia azzurra in coppa del mondo guadagnandosi la convocazione per i Mondiali in Turchia e adesso è arrivato il suo primo tricolore. “E’ il primo titolo, sia di classe che assoluto – dice l’arciere di Arconate (Mi) -. Sono molto felice e sarà uno stimolo in più in vista dei mondiali. Un risultato frutto di un intenso lavoro portato avanti con il coach della Nazionale Tiziano Xotti, col quale mi sono visto spesso in questi mesi. Durante la finale mi ha un po’ tradito l’emozione, ma sono molto soddisfatto per i punteggi che ho ottenuto durante le eliminatorie, in linea con quelli che servono in coppa del mondo. Per me sarà un bell’esordio al Mondiale: abbiamo una squadra competitiva che può far bene. Nell’individuale sarà dura, ma ce la metteremo tutta per dire la nostra”.

 Nelle finali individuali femminili ottima prestazione che vale il bronzo per l’azzurrina Deborah Grillo (Arcieri Maniago) che supera di misura Monica Finessi (Fiamme Azzurre) 140-139. 
Subito dopo il clou della mattinata con la sfida che vale il titolo assoluto tra due azzurre che, insieme Katia D’Agostino, si giocheranno le loro frecce anche ai Mondiali di Belek e Antalya (Tur). 
Al termine di un match equilibratissimo la spunta Marcella Tonioli (Arcieri Laghesi) sulla campionessa uscente Anastasia Anastasio, chiudendo le cinque volée a 50 metri 141-140.
 Dopo tanti podi internazionali e due titoli italiani indoor assoluti, per Marcella Tonioli è arrivato il primo tricolore assoluto nel targa. “Mi mancava e sono davvero contenta – dice l’arciera di Gambulaga (Fe) -, perchè Anastasia è molto forte e perchè ero molto tesa prima di cominciare. Ho mantenuto la promessa che avevo fatto al presidente della mia società Mauro Bigoni. Gli avevo detto che avrei vinto l’oro visto che questo è stato l’ultimo campionato che disputo con gli Arcieri Laghesi. Passerò agli Arcieri Franciacorta, dove c’è anche Federico Pagnoni e sarà una nuova sfida“. Per la Tonioli un bel viatico in vista della finale a squadre miste di Parigi dove si ritroverà insieme a Sergio Pagni, col quale ha condiviso il titolo iridato a Torino 2011: “Questo oro mi darà la carica in coppa del mondo il prossimo weekend. Spero che mi dia una spinta anche a Belek e Antalya. Ci tengo molto ai mondiali, ma non mi pongo troppe aspettative, prenderò ciò che arriverà. I valori per far bene ci sono, anche se nella prova a squadre non abbiamo provato molto assieme con Anastasia e Katia D’Agostino. Insieme a Sergio difenderemo il titolo iridato nel misto, c’è affiatamento e sapremo dire la nostra. Nell’individuale vorrei riscattarmi dopo una stagione un po’ sottotono“.

I RISULTATI COMPLETI http://ianseo.net/Details.php?toId=334
LA FOTOGALLERY SU FACEBOOK https://www.facebook.com/fitarco.italia/posts/560668240655605

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.