Verso Italia Irlanda, parlano Castello e Ruzza

Quando mancano quattro giorni al terzo appuntamento del Sei Nazioni parlano due giocatori che fino ad oggi sono stati utilizzati poco. Scelto il XV dell'U20: cambiati cinque elementi.

Verso Italia Irlanda, parlano Castello e Ruzza

Roma – Giornata di lavoro intenso sul campo per la Nazionale Italiana Rugby che presso il Centro di Preparazione Olimpica “Giulio Onesti” di Roma prosegue la marcia di avvicinamento al terzo incontro del Guinness Sei Nazioni 2019 in calendario domenica 24 febbraio alle 16 allo Stadio Olimpico di Roma contro i campioni in carica dell’Irlanda, partita che sarà trasmessa in diretta su DMAX,  canale 52 del digitale terrestre.

 “Sarà un match allo stesso tempo duro e interessante – ha dichiarato Tommaso Castello nel consueto incontro con i giornalisti al termine dell’allenamento sul campo – contro una delle squadre più forti al mondo. Di certo il blasone dell’Irlanda non sarà un fattore limitativo: noi giochiamo sempre per vincere ogni partita in cui scendiamo in campo”.

“So di non avere disputato la mia miglior partita all’esordio contro la Scozia e nelle settimane seguenti alla prima partita abbiamo lavorato tutti duramente per migliorarci. Nessuno è sicuro del posto in squadra, non ci sono gerarchie. Ognuno deve avere un rendimento altissimo in campo e in allenamento per poter ambire a vestire la maglia della Nazionale” ha concluso il capitano delle Zebre.

“Il focus in tutto quello che facciamo deve essere sempre su noi stessi e sui fattori che possiamo controllare – ha esordito Federico Ruzza – cercando di limitare al minimo i nostri errori. I miei ingressi dalla panchina? Nel rugby di adesso i 23 a lista gara hanno tutti una grande importanza. Con impatti sempre più duri e intensità elevata, chi entra in campo deve essere sempre pronto per dare il proprio apporto e magari provare a dare qualcosa in più in termini di freschezza. In ogni caso, essere nei 23 è sempre un onore. La competizione interna fa bene a tutti e mira ad innalzare il livello in ogni ruolo”.

L’Irlanda è una squadra che fa dell’intensità del gioco una delle armi migliori. Sarà importante essere cinici e sfruttare tutte le occasioni a nostro favore” ha concluso la seconda linea di Benetton Rugby.

UNDER 20 – CINQUE CAMBI PER LA PARTITA CONTRO L’IRLANDA

Ufficializzata la formazione che venerdì alle 19 affronterà i pari età dell’Irlanda allo Stadio “Centro d’Italia” di Rieti.
Cinque i cambi nel XV titolare per la partita contro gli irlandesi rispetto all’ultima uscita contro il Galles. Giacomo Da Re partirà estremo, Federico Mori centro e Lorenzo Citton in mediana come numero nove. Novità anche in prima linea con Alongi e Marinello dal primo minuto.

Questo il XV che scenderà in campo:

15 Giacomo DA RE
14 Edoardo MASTANDREA
13 Matteo MOSCARDI
12 Federico MORI
11 Michael MBA
10 Paolo GARBISI
9 Lorenzo CITTON
8 Antoine KOFFI
7 Davide RUGGERI
6 Andrea CHIANUCCI
5 Thomas PAROLO
4 Nicolae Cristian STOIAN
3 Filippo ALONGI
2 Andrej MARINELLO
1 Matteo DRUDI

A disposizione:
16 Marco BONANNI
17 Luca FRANCESCHETTO
18 Matteo NOCERA
19 Marco BUTTURINI
20 Manuel ZULIANI
21 Gianmarco PIVA
22 Damiano MAZZA
23 Jacopo TRULLA

Abbonati qui a Express VPN, aiuti a finanziare Sport24h.it

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.