WC Ritmica di Pesaro, le azzurre guidano la classifica

Nella prova individuale guida la Kudryavtseva davanti alla Mamun e alla Rizatdinova. Una bella soddisfazione arriva dalla prova di Veronica Bertolini, che guadagna la finale alla palla.

WC Ritmica di Pesaro, le azzurre guidano la classifica

PESARO – La prima giornata di competizione ha visto gareggiare le ginnaste Senior sulla pedana dell’Adriatic Arena nelle prime due rotazioni al cerchio e alla palla. Come da pronostico, nonostante il recente infortunio, la regina della gara è la russa Yana Kudryavtseva, che al momento dirige la classifica provvisoria con il totale di 38.100, seguita dalla connazionale Margarita Mamun a quota 37.850. Ganna Rizatdinova segue in terza posizione con il punteggio di 37.350. Sul fronte italiano, una bella soddisfazione arriva dalla prova di Veronica Bertolini, che guadagna la finale alla palla, l’esercizio nel quale Veronica si trova maggiormente a suo agio sia tecnicamente che a livello espressivo. Al momento la ginnasta brianzola è in nona posizione provvisoria con il punteggio di 35.450, mentre la seconda ginnasta azzurra Alessia Russo resta più indietro in classifica, al 30esimo posto, probabilmente a causa del mancato raggiungimento della concentrazione ideale nella prima esibizione.
Al termine delle rotazioni delle individualiste, giunge il momento del riscatto per la squadra, dopo l’esibizione opaca alla World Cup di Lisbona. Le farfalle deliziano il pubblico sugli spalti con un’esecuzione vicina alla perfezione, che ottiene 18.200. Il medley musicale che accompagna la performance delle azzurre scelto da Emanuela Maccarani è un’omaggio all’Italia e alla bellezza della nostra arte. Risuonano infatti le note di “Tu si ‘na cosa grande”, che vengono interpretate magistralmente dalle nostre ginnaste seguendone il ritmo lento e romantico, cosa che rende più difficile il maneggio del nastro, da tenere sempre in costante movimento. Verso la metà dell’esercizio, parte la sezione più scatenata della routine, sostenuta dal ritmo della tarantella, seguita infine dall’epica lirica di “Nessun dorma” che conclude l’esecuzione con un accorata speranza per le prossime Olimpiadi. Le leonesse guidano quindi la classifica provvisoria davanti a Bulgaria, Israele e Bielorussia. Sabato le ultime rotazioni che determineranno la classifica finale.

Gareggiare in casa è emozionante perché il pubblico italiano è sempre molto caloroso – ci dice Emanuela a fine gara – Dall’altra, però, si sente di più la responsabilità di fare bene. Anche se all’ultima World Cup di Lisbona ci sono stati degli errori, le ragazze hanno dimostrato grinta e determinazione e i risultati si sono visti in pedana. Sono molto contenta della loro prestazione. Ho detto loro grazie per l’impegno profuso.” Le fa eco la Direttrice Tecnica della Sezione, prof.ssa Marina Piazza: “Mi sono emozionata! L’energia che le ragazze hanno sprigionato ha pervaso l’intera Adriatic Arena. Il pubblico era tutto in piedi ad incitare le nostre punte di diamante. La prima giornata di gare non poteva chiudersi in modo migliore.”

Sara Sangalli

All-around a squadre – classifica parziale
All-around Individuale – classifica parziale

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.