World Cup Ritmica a Pesaro, dopo il primo giorno Farfalle seconde

Bulgaria avanti nel concorso a squadre, Soldatova negli attrezzi individuali.

World Cup Ritmica a Pesaro, dopo il primo giorno Farfalle seconde

Nella magica cornice dell’Adriatic Arena, le farfalle di Emanuela Maccarani dimostrano di essere ben preparate per affrontare le numerose rivali durante la stagione agonistica in corso. Dopo gli ottimi risultati ottenuti al Grand Prix di Thiais a marzo, Alessia Maurelli, Martina Centofanti (Aeronautica Militare), Agnese Duranti (La Fenice Spoleto), Beatrice Tornatore (Ardor Padova), Anna Basta (Pontevecchio) e Martina Santandrea (Estense Putinati) conquistano 18.250 punti (D. 9.5 – E. 8.75) restando in seconda posizione alle spalle della Bulgaria, che ottiene la prima posizione nella classifica provvisoria del concorso generale con 18.700 (D. 10 – E. 8.7). I punteggi ottenuti dalla azzurre in queste ultime occasioni dimostrano la capacità di mantenere una prestazione costante nonostante i cambi di guardia, un merito che naturalmente va allo staff tecnico che sostiene le nostre atlete, in grado di garantire continuità alla scuola della ginnastica ritmica italiana ormai da parecchie stagioni.

Il terzo posto provvisorio viene assegnato alla rappresentativa cinese, che ottiene 17.550 punti (D. 9.3 – E. 8.25). Nonostante questa squadra non sia storicamente una rivale diretta delle azzurre, ha già dimostrato di poter essere una spina nel fianco in alcune occasioni, rimane quindi un indiziato da tenere sotto controllo per le prossime uscite internazionali, in vista naturalmente dei prossimi campionati mondiali.

Le squadre che invece solitamente possono intralciare il percorso verso le medaglie delle farfalle italiane, per la prima parte di questa competizione hanno commesso numerosi errori. Parliamo delle squadre spagnola e russa: quest’ultima finisce a metà classifica con il punteggio di 15,950 (D. 8.9 – E. 7.35) a causa soprattutto dell’uscita di un attrezzo sulle battute finali, costringendo una ginnasta a terminare l’esercizio senza attrezzo. Numerosi pasticci anche per la Spagna, che ottiene il 15esimo posto provvisorio con un punteggio di  11,450 (D. 6.7 –  E. 4,75).

Sul fronte delle individualiste, per l’Italia scendono in pedana Veronica Bertolini e Alexandra Agiurgiuculese.

La pluricampionessa italiana Veronica Bertolini esegue le routine alla palla e al cerchio, valutate rispettivamente 14,850 (D. 8,1 – E. 6,75) e 16,000 (D. 7,6 – E. 8,4). Nella classifica provvisoria raggiunge la 16esima posizione, non riuscendo a conquistare le finali per questi due attrezzi.

La punta di diamante dell’Udinese Alexandra Agiurgiuculese ottiene un risultato migliore, conquistando la finale alla palla con l’ultima posizione disponibile e il punteggio di 16.400 punti (D. 8.4 – E 8.0), mentre al cerchio ottiene 15,800 (D. 7,6 – E. 8,2), attestandosi in nona posizione nella classifica generale provvisoria.

Torneranno di nuovo a difendere il tricolore oggi pomeriggio dalle 15,35, gareggiando nel gruppo C.

Il podio individuale provvisorio del concorso generale al momento risulta invece così composto:  Alexandra Soldatova (p. 37.200), punteggio al cerchio  18,900 ( D. 10 – E 8,9) punteggio alla palla 18,300 (D. 9.1 – E. 9.2). Secondo posto per la connazionale Dina Averina (36.500), punteggio al cerchio  18,050 ( D. 9.9 – E 8.15) punteggio alla palla 18,450 (D. 9.5 – E. 8.95), terzo posto per la statunitense Laura Zeng (34.300),punteggio al cerchio  17,450 ( D. 9.0 – E 8.45) punteggio alla palla 16,850 (D. 8.4 – E. 8.45).

Sara Sangalli

Lascia un commento

La tua email non apparirà

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.