World Cup Ritmica a Pesaro, il podio è solo russo

World Cup Ritmica a Pesaro, il podio è solo russo

World Cup Ritmica a PesaroSi sono concluse sabato all’Adriatic Arena di Pesaro sia la competizione del concorso generale della tappa di World Cup Ritmica che l’All Around del 7° Torneo Internazionale “Città di Pesaro Winx Cup”.
Durante la mattina sono scese in pedana le partecipanti al torneo, per concludere la classifica mancano infatti le esibizioni a nastro e clavette. Per l’Italia, Arianna Malavasi si aggiudica il quinto posto alle clavette, mentre Maria Vilucchi arriva sesta nella routine al nastro, sporcato da una piccola imprecisione. Entrambe centrano le finali per i rispettivi attrezzi, che si terranno domenica.
Sommando i punteggi, il Team Italia si classifica quinto nella classifica per nazione, dominata dalla Russia che conta sugli ottimi punteggi di Dina e Arina Averina, tutti appena sotto al 18. La terza italiana in gara, Martina Santandrea, termina la sua gara in 18º posizione, contando solo sui punteggi a cerchio e clavette. Di seguito alle individualiste, sono scese in pedana le junior con gli esercizi di squadra alle 5 palle per la seconda presentazione della routine. l’Italbaby migliora la prestazione del giorno precedente, ottenendo una quarta posizione nell’All Around che soddisfa le aspettative di tutti, allenatori e federazione.
Un argento amaro invece per le farfalle leonesse di Emanuela Maccarani, che anche nell’esercizio misto cerchi clavette rimane dietro alla Russia, accendendo gli animi del pubblico che fischia il punteggio delle ragazze di Madame Viner, giudicato troppo generoso viste alcune imprecisioni che hanno caratterizzato la loro esecuzione. Perfette invece le italiane, che sportivamente non giudicano l’operato dei giudici benchè la domanda gli venga posta, costringendo il capitano Marta Pagnini ad un dribbling diplomatico da campionessa, che riporta l’attenzione sull’ottima prestazione della propria squadra e sulla soddisfazione di essere ancora una volta sul podio nonostante la stagione sia appena iniziata. Non rimane invece neutrale il Presidente della Federazione Ginnastica d’Italia, il prof. Riccardo Agabio il quale si è detto “estremamente soddisfatto delle prestazioni in pedana della Squadra nazionale. Mi chiedo cosa si dovrebbe fare per arrivare primi dopo prove di questo calibro.”. Intervistato dai microfoni di RaiSport1, al termine della diretta del Concorso generale della Coppa del Mondo di Pesaro, Agabio prosegue “Mi chiedo davvero cosa ancora debbano dimostrare queste atlete. Oggi sono state protagoniste di un’esecuzione precisa, senza perdite eppure la Russia ci è passata davanti”. Con fermezza ha poi continuato: “Nessuno mette in dubbio l’altissima e indiscussa Scuola russa. Anzi. Ma basta con questo timore reverenziale. Bisogna imparare a giudicare, senza pregiudizi, basandosi esclusivamente su quello che si vede in campo gara”.
Un pò di amarezza anche nelle parole di Emanuela Maccarani “Sono molto soddisfatta della gara della Squadra. Hanno raggiunto un livello di preparazione altissimo. Speravamo in qualcosa di più ma va bene così! Purtroppo è uno sport con una valutazione esclusivamente soggettiva. Io posso solo dire che non sono affatto delusa perchè queste ragazze, ancora una volta, hanno svolto un ottimo lavoro.”
Domenica potremo vedere le farfalle alle prese con le finali per attrezzo, in diretta su Rai Sport 2 dalle 13:05 alle 17:00 con il commento di Andrea Fusco e Isabella Zunino Reggio.
Sul fronte delle individualiste, il podio è mono-nazione: i primi tre posti sono occupati nell’ordine da Kudryavtseva, Mamun e Soldatova. Veronica Bertolini, la migliore delle italiane, chiude l’All Around 26esima, mentre Alessia Russo la segue a due posizioni di distanza, piazzandosi 28esima.
Sara Sangalli

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.