World Games 2013: settimo posto per Ghisolfi nell’Arrampicata Lead

World Games 2013: settimo posto per Ghisolfi nell’Arrampicata Lead
La coreana Kim in azione della prova Lead ai World Games 2013

La coreana Kim in azione della prova Lead ai World Games 2013

Arrampicata Sportiva spettacolo a Calì, in occasione dei World Games 2013. In palio, in due giorni di gara (sabato e domenica) i titoli della Speed e del Lead. Hanno vinto i migliori ed anche l’unico azzurro in gara, Stefano Ghisolfi, delle Fiamme Oro, si è comportato egregiamente, conquistando ancora una volta una finale (è la seconda in questa stagione) e dimostrando di essere in grado di poter lasciare il segno nelle prossime, imminenti, prove di Coppa del Mondo.
La prova difficoltà è stata vinta da un grande della specialità, quel Ramon Julian Puigblanque che dall’alto dei suoi 31 anni non sembra ancora intenzionato a farsi da parte. Lo spagnolo, già campione del mondo nel 2011 ad Arco, attualmente leader del ranking IFSC e della Coppa del Mondo di specialità, è riuscito a salire più in alto, in finale, del giovane avversario, l’austriaco Jakob Schubert, 22 anni e astro nascente della specialità. Schubert ha chiuso una presa sotto lo spagnolo, dopo che in semifinale entrambi aveva fatto meglio di tutti.
Alle spalle degli inarrivabili due, è salito sul podio la sorpresa Magnus Midtboe, norvegese 24 anni e in questa stagione mai veramente in luce.
Stefano Ghisolfi ha illuso (ma anche mostrato di poter riuscire in futuro a salire sul podio) in semifinale, chiudendo in quinta posizione. E’ scivolato in settima in finale, distante 6 prese dal primo.
Tra le donne successo della “regina” Mina Markovic, per lei un top in semifinale e un “quasi” nella finale; alle sue spalle la coreana Kim non ha mai dato l’idea di poterla battere. Sale sul terzo gradino del podio la russa Dinara Fakhritdinova. Anche in questo caso si tratta di una mezza sorpresa.
Torneo di velocità nel segno, come sempre più spesso accade nelle competizioni internazionali, della formidabile scuola russa. Tra gli uomini il favorito Timofeev non lascia scampo, e supera in finale il connazionale Kokorin. Terzo il primatista del mondo di velocità, il cinese Zhong, ancora una volta battuto dai russi.
Tra le donne podio tutto russo, con Alina Gaidamakina (prima), Mariia Krasavina e Iuliia Kaplina.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.