World League femminile: da HockeyLand si vede Londra

World League femminile: da HockeyLand si vede Londra

Hockey prato_Azzurre in cerchioE’ iniziato martedì 4 giugno, con il raduno a Roma, il cammino che porterà la Nazionale femminile di Hockey alla terza prova di World League, in programma a metà giugno a Londra. Un cammino che prevede cinque giorni di raduno, durante il quale ci saranno tre test match contro l’Azerbaijan, due quali si svolgeranno all’interno dell’evento federale HockeyLand, e un secondo raduno dal 17 al 21 giugno, proprio nella capitale britannica; in quei cinque giorni l’Italdonne, tra l’altro, affronterà (mercoledì 19 alle 11:30) il Galles in amichevole
HOCKEYLAND – Per due giorni il centro Giulio Onesti, all’Acqua Acetosa a Roma, diventerà la casa dell’Hockey, in una manifestazione che mette insieme attività agonistica, didattica e istituzionale della FIH. Venerdì 7, alle ore 19:00, presso il Campo 5, si terrà il secondo test match tra la nazionale italiana femminile di Hockey su Prato e l’Azerbaijan. Successivamente, intorno alle 21:00, nelle adiacenze del campo verrà allestito un barbecue, alla presenza delle due nazionali, di alcuni esponenti del movimento hockeystico nazionale, di giornalisti e della presidente della Federazione Europea di Hockey, Marijke Fleuren, in quei giorni a Roma per l’executive board dell’EHF. Si tratterà di una festa per una disciplina che sta pian piano ritagliandosi, anche grazie ai risultati e ad un dinamismo politico del Presidente federale, un proprio spazio nell’ambito dello sport italiano.
Dal punto di vista tecnico, la scelta di affrontare l’Azerbaijan non è dettata da casualità; l’Italia, infatti, ritroverà la selezione azera a luglio (22-28), nell’Europeo Pool B di Cambrai (Francia); a guardare il ranking e il recente storyboard degli scontri diretti tra le due squadre, si tratta non solo di un avversario di assoluto spessore ma anche della più seria rivale delle azzurre nella lotta per la promozione a quella Pool A che proprio italiane e caucasiche hanno perso, due anni fa, a Monchengladbach. L’Azerbaijan è, sì, squadra europea ma di scuola fortemente asiatica e, non a caso, nel proprio roster comprende diverse atlete coreane. I buoni rapporti tra le due federazioni hanno portato a svolgere a Roma anche uno stage della nazionale maschile, che tra due settimane sosterrà dei test match con l’Italia di Pablo Fernandez.
Delle ventiquattro atlete che prendono parte al raduno di Roma, solo diciotto parteciperanno al Round 3 della World League. Fernando Ferrara ha grande fiducia nel gruppo di convocate: “Ho seguito molto le ragazze che giocano in Italia e ne ho constatato la buona forma in particolare nel Challenge I di Catania e nel Road to Europe di Cagliari; mi aspetto di trovarle in forma, anzi, sono sicuro che sarà così”. Oltre alle atlete che militano in Italia, “ci sono anche quelle che militano nel campionato argentino, che è in pieno svolgimento, quindi sono all’apice della condizione”. La tenuta fisica è un aspetto importante, ma di certo non l’unico sul quale fa leva l’allenatore delle azzurre: “In questo raduno mi auguro di acquisire il prima possibile quel clima internazionale che ci occorre avere. Ripartiamo da Valencia, aggiungendo quelle cose in più che ci servono per crescere e fare la nostra parte a Londra”. In questa ottica “sono molto importanti le partite con l’Azerbaijan”, squadra che negli anni passati è sempre stata una accreditata rivale delle azzurre “e che ci farà immergere da subito nel clima internazionale”.

TEST MATCH – ITALIA vs AZERBAIJAN
– Martedì 5 giugno (h. 17:00) Euroma Hockey Stadium (Via Avignone/Via Bilbao, Roma).
– Venerdì 7 giugno (h. 19:00) CPO Acqua Acetosa (Largo Giulio Onesti, Roma)
– Sabato 8 giugno (h. 18:30) CPO Acqua Acetosa (Largo Giulio Onesti, Roma)

Lascia il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.