World Rugby, ecco le candidature per le elezioni del 12 maggio

Nonostante la pandemia il 12 maggio si terranno le elezioni per il nuovo board della World Rugby che resterà in carica per i prossimi quattro anni

World Rugby, ecco le candidature per le elezioni del 12 maggio

Anche se il mondo dello sport è fermo, compreso quello del rugby, una tra le federazioni internazionali più antiche si prepara a cambiare il board. La World Rugby ha infatti annunciato le candidature per l’organo di governo del rugby mondiale. Le votazioni si terranno alla riunione annuale del Consiglio, fissata per il 12 maggio in videoconferenza, a causa dell’emergenza Covid-19.

Il presidente in carica, Bill Beaumont (Inghilterra) si è candidato a un secondo mandato,  su proposta della Federazione francese, con il supporto di quella figiana. Dovrà respingere l’assalto dell’attuale vicepresidente, l’argentino Agustin Pichot, candidato su proposta della Federazione argentina con il supporto di Rugby Australia e della confederazione sudamericana.
Scontata la poltrona per la vicepresidenza con la sola candidatura del francese Bernard Laporte, su proposta della federazione inglese, che ha ricambiato il favore per un ticket con la Francia (presidente e vicepresidente), con il supporto della Federazione rumena.
In qualche modo si sono disegnate quindi le forze in campo, con una netta ed evidente contrapposizione tra l’emisfero Nord e quello Australe. Tutto dipenderà da cosa decideranno di fare i big, a cominciare dal SudAfrica, che attualmente può vantare il titolo mondiale e certamente giocherà le sue carte.

Presentate anche le candidature per il board: otto nomi per sette posti. A guardare i paesi rappresentati ci sono tutti i big, ad eccezione degli USA, che non si possono definire tale e la cui federazione qualche settimana fa ha dichiarato fallimento. Probabile che a questo punto resti fuori proprio Bob Latham. Assente, ma non può considerarsi una novità visto lo stato attuale del rugby italiano a livello internazionale, un candidato del nostro paese.

Questi i candidati per il board:

Mark Alexander (Sudafrica)
Khaled Babbou (Rugby Africa)
Bart Campbell (Nuova Zelanda)
Gareth Davies (Galles)
John Jeffrey (Scozia)
Ratu Vilikesa Bulewa Francis Kean (Fiji)
Bob Latham (USA)
Brett Robinson (Rugby Australia)

Saranno eletti nel Comitato Esecutivo i sette candidati che riceveranno il maggior numero di voti.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.