World Rugby U20 Championship 2018, la prima volta della Francia

I transalpini superano l'Inghilterra in finale 33-25. Sud Africa al terzo posto, 40-30 alla Nuova Zelanda. L'Italia conferma l'ottavo posto dello scorso anno perdendo nettamente contro il Galles 17-34.

World Rugby U20 Championship 2018, la prima volta della Francia

Beziers (Francia) – La Francia vince il World Rugby U20 Championship 2018. La formazione transalpina batte in finale l’Inghilterra 33-25 e completa una stagione perfetta, apertasi in primavera con il successo nel 6 Nazioni di categoria. Per i blues si tratta del primo titolo mondiale U20, mentre l’Inghilterra è alla seconda sconfitta consecutiva in finale; un anno fa cedettero alla Nuova Zelanda. Sul terzo gradino del podio sale una solida e affascinante SudAfrica, capace di piegare i Kiwi 40-30, grazie ad un secondo tempo di sostanza e ad un gioco che punta soprattutto sulla velocità dei propri trequarti.

Sul quinto gradino del podio sale l’Australia, che supera 41-15 l’Argentina, mentre per quanto riguarda l’Italia, ci accomodiamo, per il secondo anno consecutivo, all’ottavo posto. Nel match di ieri i ragazzi di Roselli sono stati sconfitti dal Galles abbastanza nettamente, 34-17. Miglior giocatore del Torneo è stato eletto il 17enne francese Jordan Joseph (8).

Per quanto riguarda l’Italia, la sconfitta di ieri è sicuramente un passo indietro rispetto a quanto fatto vedere in questo anno. Gli azzurrini sono scesi in campo molto nervosi e, nel primo tempo, non hanno praticamente giocato. Alla prova dei fatti il torneo dell’Italia non è stato positivo, potendo vantare, come successo di peso, solo quello contro la Scozia, che ha aperto il Torneo e indirizzato la competizione nel modo migliore. La vittoria contro l’Argentina, alla prova dei fatti, non è servita a migliorare la propria classifica e forse ha illuso l’ambiente sulle reali capacità di questo gruppo. Resta la perplessità di alcune scelte del tecnico azzurro, soprattutto nella tre quarti. Siamo convinti, per esempio, che i centri azzurri schierati ieri non siano quanto di meglio prodotto dal nostro movimento. Se così fosse prevediamo ancora una lunga attraversata nel deserto prima di poter sperare di migliorare il nostro ranking internazionale. Ieri il XV di Roselli di fatto ha giocato sempre con un uomo in meno, in alcuni casi addirittura tre, lasciando campo libero ad un Galles sicuramente più abituato a giocare partite di questo tipo.

Primi punti del match di marca gallese con Evans che da 25 metri non ha dubbi e sceglie di calciare in mezzo ai pali portando i suoi sul 3-0. Il Galles spinge sull’acceleratore e, dopo aver sfiorato la meta con Williams – tenuto alto oltre la linea di fondo campo dalla difesa azzurra – Conbeer sfrutta al meglio il lavoro del pacchetto di mischia per realizzare la prima meta del match all’11’. Tre minuti più tardi il Galles resta in inferiorità numerica per una entrata pericolosa di Carre su Cannone che costa il cartellino giallo al pilone in maglia rossa. Gli Azzurrini sprecano una grande occasione con Koffi che al 15’ non riesce a schiacciare l’ovale oltre la linea di meta. Da una touche sbagliata in fase difensiva dei gallesi arriva la prima meta italiana con il solito D’Onofrio che incrementa il suo score nel torneo, toccando quota 30 punti. La successiva trasformazione di Rizzi sposta il parziale sul 10-7. Nonostante l’uomo in meno la squadra di Lewis però ristabilisce subito le distanze con Evans, che elude il placcaggio di Fusco e va in meta accanto ai pali azzurri. Nel finale di tempo il cartellino giallo tocca a Manni al 36’ e, tre minuti più tardi, piove sul bagnato per l’Italia con l’ennesimo giallo – questa volta a Mancini Parri – e la meta tecnica per il Galles al 40’ che sancisce la debacle mentale, prima ancora che tecnica, del primo tempo.

Ad inizio ripresa l’Italia U20 prende il terzo giallo con Fischetti che, dopo il rientro in campo di Manni, riporta gli Azzurrini in tredici uomini. L’Italia riesce a non subire nei primi venti minuti del secondo tempo, nonostante la doppia inferiorità numerica, ma fatica ad impensierire gli avversari che si difendono bene e riescono ad incrementare il risultato a proprio favore con il calcio piazzato di Evans che porta i suoi sul 27-7. Al 65’ accorcia le distanze l’Italia con una bella maul orchestrata sul lato destro d’attacco e finalizzata da Taddia che vale il momentaneo 27-12. Passano solo pochi secondi e il Galles si riporta a distanza di sicurezza con Llewellyn che finalizza l’ottimo lavoro di Davies realizzando la meta del bonus offensivo. Nel finale al 75’ gli Azzurrini realizzano una meta con Romano del tutto simile a quella di Taddia, con il solo cambio di lato, che vale il definitivo 34-17.

“La disciplina non è stata un punto di forza anche in questa partita. Dispiace chiudere con una sconfitta, ma complessivamente abbiamo disputato un buon Mondiale. L’obiettivo iniziale era quello di migliorare l’ottavo posto della scorsa stagione. Abbiamo dimostrato comunque di essere un’ottima squadra riuscendo a conquistare due vittorie nella fase a gironi” ha dichiarato Fabio Roselli. Contento lui!

Tutte le finali di ieri
World Rugby U20 Championship 2018, 11° posto: IRLANDA U20 – GIAPPONE U20 39 – 33
World Rugby U20 Championship 2018, 9th Place: SCOZIA U20 – GEORGIA U20 31 – 39
World Rugby U20 Championship 2018, 7th Place: GALLES U20 – ITALIA U20 34 – 17
World Rugby U20 Championship 2018, 5th Place: ARGENTINA U20 – AUSTRALIA U20 15 – 41
World Rugby U20 Championship 2018, 3rd Place: SOUTH AFRICA U20 – NUOVA ZELANDA U20 42 – 30
World Rugby U20 Championship 2018, Final: INGHILTERRA U20 – FRANCIA U20 25 – 33

Italia U20 v Galles U20 17-34 (7-24)

Marcatori: p.t. 3’ c.p. Evans (0-3); 11’ m. Conbeer tr. Evans (0-10); 19’ m. D’Onofrio tr. Rizzi (7-10); 23’ m. Davies tr. Evans (7-17); 40’ meta tecnica Galles (7-24); s.t. 62’ c.p. Evans (7-27); 65’ m. Taddia (12-27); 67’ m. Llewellyn tr. Evans (12-34); 75’ m. Romano (17-34)

Italia U20: Biondelli; Fusco (39’ Nocera), Moscardi (47’-55’ Romano), Mazza, D’Onofrio; Rizzi (57’ Di Marco), Casilio (72’ Crosato); Koffi (71’ Romano), Lamaro (cap.) (52’ Ruggeri), Manni; Iachizzi, Cannone (14’ Canali); Mancini Parri (49’ Fusco) (57’ Fusco), Luccardi (47’ Taddia), Fischetti (79’ Mancini Parri)

All. Fabio Roselli

Galles U20: Goodchild; Baldwin, Nicholas (cap.), Llewellyn (16’-24’ Davies) (71’ Thomas), Conbeer; Evans, Morgan (63’ Blacker); Basham (57’ Reffell), Davis, Greggains; Williams, Davies (71’ Pope); Coleman (71’ Henry), Lake (57’ Harris), Carre (71’ Davies)

A disposizione non entrati: Cross

All. Geraint Lewis

Arb. Sean Gallagher (Irlanda)

Cartellini: al 14’ giallo a Carre (Galles U20); al 36’ giallo a Manni (Italia U20); al 39’ giallo a Mancini Parri (Italia U20); al 45’ giallo a Fischetti (Italia U20)

Calciatori: Evans (Galles U20)  5/5; Rizzi (Italia U20) 1/1; Di Marco (Italia U20) 0/2

Lascia un commento

La tua email non apparirà

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.