Nonostante il pessimo anno lasciato da poco alle spalle, gli azzurri della Nazionale Italiana Nuoto Paralimpico, Campione del Mondo a Londra 2019, capitanata dal DT Riccardo Vernole, non hanno ceduto di un millimetro verso quelli che erano i loro obiettivi. 

Dopo il “ritorno” in acqua avvenuto sempre qui a Lignano in occasione degli Assoluti Invernali (27-28 febbraio), la piscina Olimpica del Bella Italia fa da protagonista incorniciando altri successi e vittorie. 

In mattinata Antonio Fantin accende la luce sui campionati con il nuovo record del mondo. Il campione del mondo tesserato per la SS Lazio nuoto e per il GS Fiamme Oro nella prima sessione gare ha pennellato alla perfezione la gara dei 100 stile libero S6 fermando il crono sul tempo di 01’04”52.

Gara del cuore per Fantin. Ricordiamo infatti che agli Assoluti Invernali 2021, sulla stessa distanza  Fantin sigló il primato Europeo (01’05”15).

Nel pomeriggio arriva un altro grande risultato, frutto certamente di un percorso molto impegnativo, considerato l’anno che abbiamo vissuto. Oltre al primato mondiale di Antonio Fantin nei 100 stile libero S6, la campionessa del mondo Arjola Trimi (pol. Varese) stabilisce il nuovo record europeo nei 100 stile libero S3 chiudendo in 01’33”92. Il precedente primato fu siglato a Rio nel 2016 della russa Olga Sviderska (01’34”86).

AGU5472
Campionati del Mondo nuoto paralimpico
Londra, 9 – 15 settembre
in foto: Antonio Fantin
Foto Augusto Bizzi
Sport24h.it nasce dall’idea che ogni disciplina sportiva è portatrice di un sistema di valori, emozioni e linguaggio unici. Contrariamente alla narrazione imperante: non esistono i fatti separati dalle opinioni (in questo ci sentiamo un po’ eretici). La realtà è sempre, inevitabilmente, interpretata dalla sensibilità di chi la racconta.

Commenta