WSB: I Thunder annichiliscono gli Hussars polacchi 4 a 1

WSB: I Thunder annichiliscono gli Hussars polacchi 4 a 1
Stankovic, in una foto d'archivo, grande protagonista anche nel match contro gli Hussars polacchi nei quarti delle WSB

Stankovic, in una foto d’archivo, grande protagonista anche nel match contro gli Hussars polacchi nei quarti delle WSB

Esordio vincente e soddisfacente dei Dolce & Gabbana Italia Thunder nel primo incontro a scontro diretto delle WSB. In Polonia il team diretto da Francesco Damiani porta a casa 4 preziosi punti, che mettono pressoché in ghiaccio il risultato finale e il passaggio dei quarti. Il ritorno di sabato prossimo non è una formalità, ma quasi. Il Salone delle Feste del Casinò di Campione d’Italia sarà l’occasione per una passerella speriamo benaugurante in previsione di più difficili e impegnativi incontri in semifinale. Per i campioni in carica di queste WSB tornare a giocarsi la finale è un obbligo e il risultato “minimo” stagionale.
Gli Hussars polacchi hanno opposto una resistenza meno coriacea di quello che si pensava, cedendo sul campo nei primi 4 incontri in maniera abbastanza netta.

LA CRONACA DEGLI INCONTRI
Vincenzo Picardi è una sicurezza nonostante di fronte si trovasse Mateusz Mazik, imbattuto nel torneo dopo tre match. Le prime riprese vivono su lunghe fasi di studio con Picardi che fa valere maggiore tecnica e velocità, riuscendo più volte a colpire di rimessa. Nel quarto round il match sale di tono, anche perché il polacco capisce di aver accumulato progressivamente uno svantaggio, ma il campano non va mai in difficoltà e si arriva alla fine con un verdetto unanime a favore dell’italiano.
Mateusz Mazik – Vincenzo Picardi 0 – 3 – 47-48; 47-48; 47-48

Nei leggeri Branimir Stankovic opposto a Slanov ripete il match di Picardi. La superiorità di classe e mestiere del serbo è subito chiara e si fa evidente con il passare delle riprese. Alla fine del terzo round, Stankovic mette alla frusta l’avversario con una decisa azione a due mani. Dopo un quarto round interlocutorio in cui Stankovic rifiata, nella quinta il serbo fa accademia e arriva alla fine senza soffrire. La sua è una grande vittoria.
Adil Aslanov – Branimir Stankovic 0-3 – 45-50; 45-50; 45-50

Nei medi Michel Tavares fa capire che è il giorno dei Thunder, superando Tomasz Jablonski, uno dei pezzi forti degli Hussars nonostante il pronostico lo vedesse inferiore. Il match è equilibrato, ma il francese riesce a lavorare su una ferita che si apre sull’occhio destro del polacco e che ne limita l’azione. Il francese prende così pieno controllo del match e conclude un incontro tutt’altro che facile, anche per il grande cuore di Jablonski. Si attende con ansia la decisione dei giudici: è unanime e la vittoria è giustamente per un buon Michel Tavares.
Tomasz Jablonski – Michel Tavares 0-3 – 47-48,47-48;46-49

Nei mediomassimi si va sul sicuro con Abdelhafid Benchabla. L’incontro contro il polacco Mateusz Tryc, che con gli Hussars in questa stagione ha rimediato solo sconfitte, non ha storia, troppo è il divario che separa i due contendenti.
Mateusz Jerzy Tryc – Abdelhafid Benchabla 0-3 – 46-49; 45-50; 46-49

L’unico punto per i polacchi arriva nell’ultimo match, con i giochi ormai praticamente fatti, quello che contrappone l’esordiente pugliese Emanuele Leo, pugile professionista che deve sfruttare la grande occasione e la vetrina del torneo opposto a un altro pugile prof, il polacco Mateusz Malujda. Il polacco fa valore un inizio forsennato e una maggiore aggressività, che gli permettono di accumulare un vantaggio incolmabile per l’italiano.
Mateusz Malujda – Emanuele Leo 3-0 – 50-45; 50-45; 49-46

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.