WSB – I Thunder schiantano gli Arlans 4 a 1

WSB – I Thunder schiantano gli Arlans 4 a 1
Vincenzo Picardi contro Yelik Abdraimov

Vincenzo Picardi contro Yelik Abdraimov

E’ stata una serata memorabile, che ha ricondotto i reali valori di queste WSB nei giusti binari, quelli che vedono i Dolce & Gabbana Italia Thunder campioni in carica e squadra da battere, quella di ieri che ha segnato il successo largo e convincente contro gli Astana Arlans Kazakhstan. Il secondo posto nel girone di qualificazione è a questo punto sicuro e si può guardare alle fasi successive con maggiore ottimismo. Adesso l’ultimo incontro della regular season delle World Series of Boxing, che si terrà venerdì 1 marzo a Reno (Nevada – USA) contro gli USA Knockouts, appare una mera formalità.

La serata inizia con i pesi leggeri:  Branimir Stankovic, il giovane serbo che raramente delude e che il pubblico italiano ha imparato a conoscere e apprezzare, contro il kazako Roman Chshegrinov. I ritmi subito altissimi, il pugile kazako attacca, ma la maggiore tecnica e la grande velocità di Stankovic fanno immediatamente la differenza e Chshegrinov è costretto ad accusare. L’incontro rischia di cambiare nel canovaccio quando, nella terza ripresa, il serbo deve parzialmente subire qualcosa. Ma nel quarto il serbo vede lo spiraglio giusto e colpisce l’avversario tanto che quest’ultimo è costretto al conteggio in piedi.
Branimir Stankovic – Roman Chshegrinov 3-0 – 49–45; 49-45; 49-45

Tra i medi, il francese Michel Tavares si trova al quinto impegno stagionale, e alla necessità per lui, nonostante le buone prove offerte, di piazzare la seconda vittoria. Non è facile affrontare Asset Aisin, kazako pugile professionista dal buon curriculum. Tavares è più alto e può far valere le sue leve più lunghe. Il francese fa valere la maggiore mobilità sul ring, costringendo Aisin a corrergli indietro e alla fine la boxe più pulita di Tavares fa la differenza per un successo netto e per certi versi inatteso per come maturato.
Michel Tavares – Asset Aisin 3-0 – 50-45; 50-45; 50-45

Dall’algerino Abdelhafid Benchabla la franchigia italiana si aspetta la vittoria, soprattutto dopo la grande e positiva prova offerta contro il giovane fuoriclasse irlandese Joe Ward. L’estone Ainar Karlson non sembre l’avversario in grado di metterlo in difficoltà ed infatti Benchabla non rischia quasi nulla in un match che non offre grandi emozioni.
Abdelhafid Benchabla – Ainar Karlson 3-0 – 50-45; 50-45; 49-46

Il primo italiano impegnato stasera è il peso gallo Vincenzo Picardi che incrocia il promettente e giovane kazako Yelik Abdraimov. Ne viene fuori un incontro molto equilibrato fino a quando l’italiano non alza il ritmo (ultima ripresa) e per Abdraimov si spegne la luce.
Vincenzo Picardi – Elik Abdraimov 3-0 – 48-47; 48-47; 48-47

Clemente Russo, capitano e leader dei Dolce & Gabbana Italia Thunder, sale sul ring convinto di non avere grandi problemi contro il romeno Mihai Nistor. Ma si sbaglia e, dopo 18 successi consecutivi nelle WSB, è costretto a lasciare il passo all’avversario per una sconfitta che non compromette il risultato ma macchia soltanto il suo score. Sul ring si vede che il romeno non ha intenzione di fare lo sparring e imposta tutto l’incontro su una ruvida aggressività, che sorprende il campione campano. Quando Russo si rende conto di essere in svantaggio, l’abbrivio del match ha già preso la strada sbaglia.
Clemente Russo – Mihai Nistor 1-2 – 47-48; 46-49; 49-46

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.