WSB: i Thunder si vendicano, Otamans al tappeto 5-0

WSB: i Thunder si vendicano, Otamans al tappeto 5-0
Week 9_ Dolce & Gabbana Italia Thunder vs Ukraine Otamans_ Vincenzo Mangiacapre vs Denys Lazarev_1

Vicenzo Mangiacapre in azione contro Lazarev

Si dice che la vendetta è un piatto che va consumato freddo. Non sappiamo se la serata di ieri ha soddisfatto Francesco Damiani e il suo staff; certo è che il successo di sabato contro gli Ukraine Otamans ha finalmente riportato un po’ di tranquillità tra i Dolce & Gabbana Italia Thunder che, da due anni a questa parte, avevano proprio nella formazione dell’est la loro bestia nera. Nonostante la soddisfazione per il successo, però, non si può fare a meno di non pensare a quanto sta accadendo in questi giorni a Kiev e nella ex repubblica sovietica e come questi fatti inevitabilmente abbiano condizionato anche l’incontro in Sardegna.
Dal punto di vista prettamente sportivo nella cornice del Pala Cossiga gremito dal pubblico delle grandi occasioni il team italiano conquista una serie di risultati memorabili: un 5-0 contro gli eterni rivali Ukraine Otamans, il primo posto della classifica del girone A e la 100esima vittoria casalinga.
Andrew Selby ha regolato con relativa facilità il kirghizo Kazat Usenaliev allungando così la sua striscia vincente nelle WSB. Bisogna ammettere che Usenaliev le ha provate tutte per superare Selby, con una gara coraggiosa e costantemente all’attacco, ma il portacolori della formazione italiana ha fatto valere sempre la maggiore capacità schermistica e il talento.
Andrew Selby – Kazat Usenaliev 3-050-45; 49-46; 50-45

Nel secondo incontro Robson Conceiçao (pesi leggeri) è contrapposto all’ucraino Pavlo Ischenko che inizia di gran carriera. Per Conceiçao non è semplice fare il suo match, poi si scioglie nel finale e piazza i colpi migliori che ne decretano la netta vittoria.
Robson Conceiçao – Pavlo Ischenko – 3-049-45; 48-46; 49-45

Vincenzo Mangiacapre finalmente trova la tranquillità e i colpi giusti per portare a casa un match insidioso com’era sulla carta quello con l’ucraino Denys Lazarev, già battuto lo scorso anno ai mondiali. Dopo un primo round con qualche piccola difficoltà per l’irruenza dell’avversario, Mangiacapre mette in mostra tutta la sua classe, la sua velocità di spostamento, la sua rapidità di esecuzione e per Lazarev è una grandinata di colpi che arriva da ogni posizione, senza soluzione di continuità. Con questo match, la Dolce & Gabbana Italia Thunder si aggiudica la 100^ vittoria casalinga.
Vincenzo Mangiacapre – Denys Lazarev 3-0 – 50-45; 50-45; 49-46

L’algerino Abdelhafid Benchabla, al suo secondo match stagionale, continua nella sua striscia vincente contro il giovane ucraino Oleksandr Ganzulia che comincia bene ma si perde per strada. Nel terzo round le difficoltà fisiche di Ganzulia sono evidenti, per Benchabla basta alzare il ritmo e la frequenza dei colpi per portare il match dalla sua parte.
Abdelhafid Benchabla – Oleksandr Ganzulia 3-0 – 49-46; 49-46; 48-47

Il massimo romeno Mihai Nistor era al suo terzo match stagionale, e dopo le belle vittorie precedenti ha colto un agevole tris contro l’ucraino Iegor Plevako che è sempre sembrato in balia dell’avversario fino al punto di dover abbandonare per ferita.
Mihai Nistor – Iegor Plevako – TKO –I 3 ROUND30-27; 30-27; 30-27

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.