WSB: Thunders vs Otamans, Parrinello e Modugno per puntare alla finale

WSB: Thunders vs Otamans, Parrinello e Modugno per puntare alla finale
WSB: Parrinello contro Riscan nell'andata delle eliminatorie contro gli Otamans

WSB: Parrinello contro Riscan nell’andata delle eliminatorie contro gli Ukraine Otamans

Gli unici tre che hanno già assaggiato i guantoni dei terribili Otamans e che saranno presenti il prossimo venerdì 12 aprile a Campione d’Italia sono l’irlandese McLaughlin, Vittorio Parrinello e Matteo Modugno. Una sconfitta per il primo, un successo (tra cui l’unico in trasferta) per gli italiani. Dovranno raccontare ai proprio compagni di avventura quanto bruciano i colpi degli Ukraine Otamans, soprattutto in trasferta. La semifinale delle WSB che andrà in scena venerdì prossimo si può considerare come una finale anticipata, tanto è il valore delle due formazioni che si contrappongono e l’esito incerto. I campioni in carica delle WSB, i Dolce & Gabbana Italia Thunder avevano come obiettivo minimo, per non fallire la stagione, arrivare in finale e potersi così rigiocare il titolo. Per questo motivo l’incontro con gli Ucraini rappresenta in qualche modo la linea di confine che stabilisce una stagione accettabile con un nuovo successo per la boxe italica. Varcarla è un obbligo, ma non sarà facile. Gli Ucraini hanno un punteggio pari nel doppio confronto nelle qualificazioni: 5 vittorie a testa tra andata e ritorno (4 a 1 per le formazioni di casa). Il successo nei quarti degli ottomani, però, rilancia le ambizioni di un gruppo fondato soprattutto sulla gioventù e la voglia di mettersi in luce, che rappresentano il segreto del successo in ogni sport e nella boxe in particolare.
Il team manager Francesco Damiani ha deciso, nell’ottica anche del ritorno, di puntare su un gruppo che dovrà far valere la propria voglia di riscatto (Parrinello e McLaughlin) e la solidità caratteriale (Modugno).
Un successo largo (molto largo) renderebbe maggiormente alla portata il passaggio del turno a Kiev, il successivo 19 aprile.
Il compito più arduo è affidato a Jahyn Vittorio Parrinello, che tra i pesi gallo incontra l’ucraino Viktor Gogolyev, una vittoria in un unico impegno stagionale, di sei anni più giovane di lui. Parrinello dovrà prima di tutto lottare contro i fantasmi e le sue paure, alimentate dalla brutta sconfitta rimediata recentemente contro Gojan, per ko al primo round.
Il peso leggero Branimir Stankovic, forte delle quattro vittorie (e una sconfitta in questa stagione), avrà davanti un compito improbo contro l’ucraino Denys Berinchyk, argento mondiale 2011 e argento olimpico 2012, imbattuto in stagione.
Meno proibitivo, almeno sulla carta, potrebbe essere il compito del peso medio irlandese William McLaughlin, che quest’anno ha perso contro Mytrofanov all’andata delle qualificazioni. Il suo avversario a Campione d’Italia è un ucraino diciannovenne esordiente assoluto nelle WSB, Ievgenii Barabanov, campione nazionale che, in un paese della grandissime tradizioni nonché dal prestigioso presente come l’Ucraina non è comunque cosa da poco.
Nei medi Imre Szello, tre vittorie e una sconfitta in stagione, affronterà, in un match sulla carta non particolarmente ostico, l’ucraino Denys Solonenko, ventenne alla prima stagione in WSB che ha perso tutti e tre i match in cui è stato impiegato.
Il match di punta della serata con un punteggio speriamo ormai definito sarà quello dei massimi tra Matteo Modugno e Oleksandr Usyk, uno degli atleti più forti non solo delle WSB, ma di tutto il panorama mondiale della boxe, probabilmente non solo di quella stretta nei confini del dilettantismo. Pugile dalla potenza e dalla prestanza fisica eccellenti, già quattro convincenti vittorie stagionali in quattro impegni, campione olimpico, mondiale ed europeo, è uno degli uomini cui la squadra ucraina si affida per un punto sicuro da poter riportare a casa e far pesare per la sfida di ritorno. Di contro, Modugno cercherà di far pesare, in tutti i sensi, non solo i dieci centimetri in più in altezza, ma anche i quasi trenta chili di peso a suo favore.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.