Essendo un evento che fa parte della serie XTERRA dal 2002, l’ippodromo di Prachatice, nella Repubblica Ceca, offre sempre qualcosa di speciale ed è noto per le sue salite difficili, le strade veloci e i single track tecnici. Oltre all’impegnativo percorso, l’evento full distance metterà in palio un montepremi di 15.000 euro e punti importanti per la classifica, oltre alla qualificazione per l’evento Short Track di domenica, il che significa che sarà una battaglia a tutto campo fin dall’inizio. partire.

Lo Short Track Elite Women’s trasmetterà in diretta alle 08:45 (CET) e le Gare Maschili alle 10:15 (CET), il 20 giugno tramite Facebook e Youtube. Ci sarà un segnale disponibile per i test anche sabato 19 giugno alle 16:00 (CET).

Nella gara femminile, Helena Karaskova Erbanova è la più alta classificata delle 13 atlete d’élite dopo la sua incredibile prestazione con la medaglia di bronzo ai Campionati del mondo XTERRA di Maui nel 2019. “Non ho mai perso un’edizione di XTERRA Czech e correre in casa è sempre stato molto speciale”, ha detto Karaskova.

Karaskova avrà il suo bel da fare nel tenere a bada le giovani Loanne Duvoisin e Sandra Mairhofer. Arrivate ​​rispettivamente prima e seconda all’evento XTERRA Short Track sul Lago di Garda, in Italia, all’inizio del mese, entrambe hanno mostrato di essere in ottima forma.

La campionessa del mondo ITU Cross Tri, Eleonora Peroncini cercherà di nuovo di salire sul podio e di consolidare il suo terzo posto conquistato in Italia, mentre atleti come Marta Menditto, Solenne Billoin, Carina Wasle e Jindriska Zemanova cercheranno di darsi battaglia a la parte anteriore del gruppo.

Nella gara maschile, diamo il bentornato a Jens Roth in XTERRA Racing. Soprannominato “lo squalo”, Roth cercherà di stabilire un forte vantaggio nel nuoto, davanti a un campo stellare di atleti che comprende 10 dei primi 20 atleti classificati XTERRA, tra cui Ruben Ruzafa, Francois Carlon, Maxim Chané e Karel Dusek.

I due Arthur – Serrieres e Forissier – saranno ancora una volta in corsa per il primo posto dopo un’avvincente battaglia all’XTERRA Short Track Lago di Garda poche settimane prima.

“Sono così felice di essere tornato in Repubblica Ceca. Ho vinto qui nel 2019 e poi sia le gare full track che quelle short nel 2020 e spero di fare di nuovo bene”, ha detto Serrieres.

Occhi puntati anche su Lukas Kocar, che vorrebbe vincere sul terreno di casa, soprattutto dopo un incidente nel 2018 e un reggi-sella rotto nel 2019. A questi incidenti da aggiungere anche un salto di catena che lo ha costretto a perdere terreno prezioso e finire al terzo posto alla gara XTERRA Short Track in Italia all’inizio di questo mese. Il ceko ha bisogno è una gara senza incidenti per poter mostrare il suo pieno potenziale.

Con un campo affollato sia per la gara maschile che per quella femminile, XTERRA Czech Republic è destinato a offrire un entusiasmante weekend.

XTERRA Repubblica Ceca Elite Women

Helena Karásková Erbenová (CZ)
Loanne Duvoisin (CH)
Carina Wasle (AT)
Sandra Mairhofer (IT)
Marta Mendito (IT)
Eleonora Peroncini (IT)
Jindřiška Zemanová (CZ)
Anna Tomica (PL)
Segolene Leberon (FR)
Solenne Billouin (FR)
Helen Adams (BE)
Aneta Grabmullerova (CZ)
Tereza Rudolfova (CZ)

XTERRA Repubblica Ceca Elite Men

Arthur Serrieres (FR)
Ruben Ruzafa Cueto (ES)
Maxim Chané (FR)
Arthur Forissier (FR)
Karel Dušek (CZ)
Jens Roth (DE)
Lukáš Kočař (CZ)
Sébastien Carabin (BE)
Francesco Carloni (FR)
Geert Lauryssen (BE)
Jens Emil Sloth Nielsen (DK)
Rui Dolores (PT)
Filippo Barazzuol (IT)
Lucas Van Deynze (BE)
Théo Dupras (FR)
Veit Hönle (DE)
Samuel Jud (CH)
Michal Francke (CZ)
Jacques Martines (FR)
Gaëtan Vivien (FR)
Vojtěch Bednarský (CZ)
Andrés Carnevali del Castillo (ES)
Marek Olszewski (PL)
Federico Spinazzè (IT)
Petr Soukup (CZ)
Vaclav Bednarsky (CZ)
Felix Vatlach-Schumann (DE)
Bart Cooymans (NL)

Sport24h.it nasce dall’idea che ogni disciplina sportiva è portatrice di un sistema di valori, emozioni e linguaggio unici. Contrariamente alla narrazione imperante: non esistono i fatti separati dalle opinioni (in questo ci sentiamo un po’ eretici). La realtà è sempre, inevitabilmente, interpretata dalla sensibilità di chi la racconta.

Commenta