Youth Games di Varadzin, bene Tennistavolo e Nuoto

Edizione di grandissima soddisfazione per le squadre italiane di tennistavolo e nuoto quella dei Campionati Europei paralimpici giovanili di Varazdin (CRO), conclusi lo scorso 19 luglio.

Youth Games di Varadzin, bene Tennistavolo e Nuoto

AZZURRI DEL TENNISTAVOLO A CASA CON 7 MEDAGLIE – Edizione di grandissima soddisfazione per la squadra italiana tennistavolo quella dei Campionati Europei paralimpici giovanili di Varazdin (CRO), conclusi lo scorso 19 luglio. Convocati per questo impegno in 7, tutti giovanissimi, gli azzurri sono stati i veri dominatori della manifestazione, e i leader del medagliere, con 7 medaglie complessive.

Nelle prove individuali, sono arrivati 1 oro, un argento e 3 bronziMatteo Orsi, ha disputato la finale per il bronzo in classe 3, contro il croato Lazov: un incontro partito subito in salita per il diciassettenne azzurro, costretto a rimontare uno svantaggio di due set, maturato in entrambi i casi nei momenti finali del set. Quando l’esito dell’incontro sembrava ormai scontato, Matteo ha continuato a crederci e, punto dopo punto, è riuscito ad impattare l’incontro sul 9-9 con grinta e determinazione. Gli ultimi due punti, giocati con freddezza, gli hanno permesso di conquistare la vittoria. 

Nelle altre prove individuali, Matteo Parenzan, a 13 anni, alla sua prima partecipazione ad una manifestazione internazionale under 23 con la maglia azzurra,aveva portato a casa un ottimo bronzo nella gara di classe 6. Dopo aver superato brillantemente il girone eliminatorio, nella fase finale a 5 ha avuto la meglio dei due atleti ellenici Ioannou e Chatzykiriakos e si è arreso soltanto ai più esperti Aslanian, russo, e Jozic, croato. La terza medaglia, sempre di bronzo, è di Francesco Lorenzini: l’atleta della Libertas Siena ha disputato la finale per aggiudicarsi il terzo posto contro l’altro francese Debeysacc, avendo la meglio per 3-1, al termine di una vera e propria battaglia, che gli vale uno splendido bronzo.

Grazie a Giada Rossi, è arrivato anche l’argento: l’atleta ha vinto la semifinale per 3-0 contro Martinovic (CRO) e perso la finale contro la classe 4 Vasilieva (RUS) per 3-0. Poi l’Italia ha festeggiato anche uno strepitoso oro, da parte di Lorenzo Cordua. Il giovane azzurro, campione mondiale under 16 in carica, nella gara di classe 10, ha superato prima il compagno di nazionale Lorenzo Magarelli, poi il russo Suharnikov per 3-1. In semifinale ha vinto contro l’altro russo Karpov per 3-1, dopo aver recuperato da un iniziale svantaggio ed infine, in finale, ha dovuto dare il meglio di sé per avere la meglio sul forte ed esperto bulgaro Lazarov ed imporsi con il finale di 3-1. Una grande prestazione per il portacolori del Cus Torino, che ha così portato a casa la medaglia del colore più prezioso ed ha dato così l’opportunità ai numerosi tifosi al seguito di cantare a squarciagola l’inno di Mameli.

Nella gara a squadre, il bottino è stato di ben due ori: il primo è arrivato nella classe 1-5, dove la coppia formata da Matteo Orsi e Giada Rossi ha sconfitto il team croato/austriaco con una prestazione notevole, dimostrando affiatamento e sinergia, senza cedere neppure un set. L’altro oro è arrivato da Lorenzo Cordua e Francesco Lorenzini, che hanno avuto vita abbastanza facile fino alla semifinale. Qui hanno superato per 2-0 la Francia, approdando alla finale, dove si sono confrontati con la formazione russa. Dopo aver perso la prima partita di doppio, gli azzurri sono poi riusciti a ribaltare le sorti dell’incontro vincendo i due singolari seguenti, che ha permesso loro di portare a casa la medaglia d’oro.

Anche i giovani Matteo Parenzan e Leonardo Coletta hanno sfoderato una bella prestazione nella gara di classe 8, sfiorando il podio per un soffio, dopo aver ceduto soltanto ai più esperti norvegesi nella finale per il bronzo ed aver battuto in precedenza la Grecia.

AZZURRI DEL NUOTO A CASA CON 13 MEDAGLIE – Sale a 13 il totalizzatore delle medaglie conquistate agli Youth Games EPC di Varadzin (CRO, 16-19 luglio) da Sara Belotti, Camilla Luscrì, Andrea Lobba e Stefano Moneta. Il gruppo di giovanissimi nuotatori paralimpici, in gara a un’edizione che ha visto 223 atleti da 21 Nazioni, organizzata dall’European Paralympic Committee e giunta al 4° anno, ha fatto gioire anche gli Azzurri seniores, che nel frattempo erano impegnati ai Campionati del Mondo di Glasgow, dove l’Italia, ricordiamo, ha conquistato 11 medaglie.

Il Medagliere Finale
1 oro
10 medaglie d’argento
2 di bronzo

Il dettaglio:

Camilla Luscri
Argento nei 50 rana con 46.91
Argento nei 100 rana con1’42”30
Bronzo nei 100 stile libero con 1.19.93

Sara Bellotti
Argento 100 stile libero 1’19”27 *miglior prestazione personale
Bronzo nei 100 rana 1’42”89

Andrea Lobba
Oro nei 50 farfalla 31”23
Oro nei100 delfino 1’12”66 miglior prestazione personale
Argento 100 stile 1’03”16

Stefano Moneta
Argento nei 50 dorso con 32”58
Argento nei 50 farfalla con 30”03
Argento nei 100 dorso 1’14”5

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.